Bambini e scuola: quanto conta il coinvolgimento dei genitori?

Quanto è importante il coinvolgimento dei genitori nella vita scolastica dei bambini? Ecco cosa spiegano gli esperti.

Bambini e scuola

Quanto è importante il coinvolgimento dei genitori nella vita scolastica dei propri figli? A rispondere a questa domanda è un nuovo studio condotto dai membri delle Università di Plymouth ed Exeter, i cui autori hanno dimostrato che l'impegno dei genitori ha un effetto positivo sul rendimento scolastico di un bambino, indipendentemente dall'età o dallo stato socio-economico della famiglia.

Il nuovo studio ha infatti mostrato che per i bambini in età scolare, la collaborazione casa-scuola è estremamente importante, soprattutto quando le scuole personalizzano le comunicazioni in merito ai progressi fatti dai piccoli studenti e le rendono accessibili in modo semplice, ad esempio attraverso messaggi di testo o email.

Genitori e figli: quanto conta il coinvolgimento a scuola?


Per rispondere a questa domanda, gli autori hanno condotto diversi sondaggi e interviste, ed hanno constatato che esiste un legame positivo tra l'impegno dei genitori e il rendimento scolastico dei bambini.

Tuttavia ci vuole tempo e pianificazione per coltivare e incoraggiare il sostegno dei genitori.

Le scuole dovrebbero favorire il coinvolgimento dei genitori inserendo nuove proposte nei loro piani di miglioramento scolastico, e dovrebbero lavorare sodo per stabilire una buona comunicazione con i genitori, magari formando gli insegnanti in tal senso, spiegando loro come interagire con le mamme e con i papà. Gli autori dello studio concludono dunque che il coinvolgimento dei genitori è davvero importante per migliorare il rendimento scolastico dei figli:

Le scuole hanno bisogno di risorse, sistemi e strutture per creare una continuità di assistenza e istruzione che coinvolga i genitori.

via | Eurekalert
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail