Lo sciroppo mucolitico si prende prima o dopo i pasti?

Come funzionano gli sciroppi mucolitici e soprattutto come devono essere assunti: prima o dopo i pasti?

Lo sciroppo mucolitico è un farmaco che dovrebbe servire per contrastare il catarro (muco denso e vischioso) e la tosse. Sono prodotti ben tollerati e -salvo particolari composizioni - possono essere acquistati senza ricetta medica. Ciò non vuole dire che siano privi di effetti collaterali. Possono, infatti, insorgere, in alcune persone, disturbi gastrici e nausea. In generale, i mucolitici sono controindicati nei bambini di età inferiore ai due anni, poiché aumentano il rischio di ostruzione bronchiale soprattutto in questa fascia d'età.

Si possono prendere prima o dopo i pasti? Il momento dell’assunzione è indifferente. Il medico potrebbe darvi dei consigli particolari soprattutto se state prendendo altri farmaci e magari c’è necessità di evitare sovrapposizioni. In linea di massima potete prenderlo 30 minuti prima del pasto o 30 minuti dopo aver mangiato. Se poi è necessario, è possibile anche assumere lo sciroppo prima di andare a dormire, ciò che conta è non superare la dose consigliata.

Come funzionano i mucolitici? Il muco è caratterizzato dalla concentrazione delle mucoproteine che lo compongono (fucomucine). I mucolitici servo a rompere i legami tra le proteine, riducendo la vischiosità di questa sostanza. Inoltre, dovrebbero essere in grado di sedare la tosse e un’eventuale infiammazione causata dall’infezione.

  • shares
  • Mail