Come lavare il tappetino da yoga per limitare il rischio di infezioni

Il tappetino da yoga può diventare un ricettacolo di batteri e provocare infezioni, per questo è bene lavarlo regolarmente

Tappetino yoga pulizia

Chi pratica meditazione, pilates e discipline di tipo orientale, sa che il tappetino da yoga è uno degli strumenti che non devono mai mancare per avere il giusto confort durante l'esecuzione degli esercizi. Ma questo tool, grande alleato delle nostre buone pratiche, può nascondere alcune insidie a livello di salubrità, in quanto viene a contatto con sporcizia, liquidi biologici e ovviamente batteri.

Secondo uno studio condotto da ellipticalreviews.com, dedicato proprio alla presenza dei microrganismi sugli strumenti da palestra, il tappetino da yoga vanterebbe 8 volte più batteri del sedile del WC, con ben 25.533 unità di coltura per centimetro quadrato. Solo al pensiero, ammettiamolo, ci viene voglia di bruciarlo per sanificarlo in maniera definitiva.

Tuttavia, senza arrivare a soluzioni drastiche, per limitare il rischio di infezioni, basterebbe lavare il tappetino da yoga una volta a settimana in modo del tutto naturale con acqua e aceto, prevedendo invece una pulizia con delle normali salviette igienizzanti una tantum.

Per il lavaggio regolare riempiamo un flacone spray con pari quantità di acqua distillata e aceto bianco, aggiungendo qualche goccia di olio essenziale di tea tree, un ottimo prodotto naturale che aiuta a disinfettare e agisce anche da antimicotico. Agitiamo la soluzione e spruzziamola direttamente sul tappetino, lasciando agire per qualche minuto, poi usiamo il panno per pulire.

Ripetiamo l'operazione anche dall'altro lato e infine lasciamo asciugare lo yoga mat all'aria, appoggiato ad uno stendino. È importante che sia perfettamente asciutto prima di arrotolarlo, onde evitare che l'umidità residua possa alimentare muffe che renderebbero insalubre l'uso della stuoia.

Il nostro tappetino può anche essere immerso in una vasca con acqua calda e detergente per piatti, che ha un alto potere sgrassante. Questa opzione è ottima se è particolarmente sporco o se ci abbiamo sudato molto sopra. Ricordiamoci di sciacquarlo accuratamente per eliminare ogni residuo di sapone prima di lasciarlo asciugare.

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail