Acne giovanile: durata e rimedi

I sintomi dell’acne giovanile e i trattamenti più indicati.

Acne giovanile

L’acne è un problema purtroppo molto comune, che è provocato da un disordine infiammatorio cronico che colpisce il follicolo pilifero e le ghiandole sebacee. Si tratta di un inestetismo che può colpire a qualunque età, e che può manifestarsi con la comparsa di punti neri o bianchi, papule e brufoli (i classici brufoletti con il puntino bianco o giallo).

Generalmente si distinguono diversi tipi di acne, e fra questi si segnala in primo luogo l’acne giovanile, un problema che colpisce giovani e giovanissimi, e che generalmente si presenta nella fascia di età che va dai 12 ai 18 anni, per poi ridursi e sparire intorno ai 20/30 anni di età.

L’acne giovanile può causare un forte disagio psichico, ed è generalmente legata a svariati fattori, come una familiarità, forti stati di stress e l’uso di cosmetici non adatti al proprio tipo di pelle.

Acne giovanile: come prevenirla e i rimedi


Prima di scoprire quali sono i rimedi più adatti per combattere l’acne giovanile, scopriamo quali sono gli step necessari per prevenire questa condizione.

In primo luogo, gli esperti consigliano di seguire una skin care routine ben precisa, in modo da tenere la pelle pulita. Evitate però di utilizzare prodotti schiumogeni e di applicare cosmetici in crema, e ricordate di struccarvi ogni sera, prima di andare a dormire.

Detto ciò, per riuscire a combattere il problema dell’acne giovanile sarà importante applicare regolarmente delle lozioni che aiutino a eliminare i brufoli e i punti neri con delicatezza. In caso di forte infiammazione gli esperti potrebbero consigliare dei trattamenti con farmaci orali o topici per ridurre il problema. Nei casi di acne moderata o grave non esitate a chiedere consiglio al dermatologo per dei trattamenti più mirati ed efficaci.

via | Humanitas
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail