Tablet e computer mettono a rischio la salute degli occhi

Stare incollati a tablet, cellulari e computer può causare danni irreversibili alla vista. Ecco cosa spiega l’esperto.

salute degli occhi

Stare incollati a tablet, pc e smatphone può causare danni anche irreversibili alla vista. A sottolinearlo è stato Alessandro Eftimiadi, specialista in oftalmologia e responsabile branca Oculistica del Gruppo Sanitario Usi, che ha recentemente spiegato che gli occhi che vengono esposti alla luce blu con una radiazione elettromagnetica con lunghezza d’onda compresa tra i 380 e i 550 nm possono andare incontro a conseguenze anche molto gravi.

A breve termine, il soggetto potrebbe infatti notare una drastica riduzione della lacrimazione e un arrossamento dell’occhio, oltre a un’alterazione dei cicli sonno-veglia qualora doveste utilizzare il cellulare anche di notte. A lungo termine potreste invece andare incontro a lesioni irreparabili, come a un’irreversibile alterazione del neuroepitelio e dei fotorecettori, con un maggior rischio di sviluppare delle maculopatie.

Tenere lo schermo a 30 cm di distanza senza rilassare mai la messa a fuoco, favorisce l’insorgenza di miopia: nei giovani le miopie sono quasi raddoppiate gli ultimi 30 anni

spiega l’esperto in un’intervista rilasciata ad AdnKronos. Ma cosa potremmo fare dunque per ridurre i rischi?

Innanzitutto sarebbe opportuno ridurre la quantità di tempo passato davanti agli schermi, per gli adolescenti non più di tre ore al giorno. Inoltre, anche se non si hanno difetti di vista, si raccomanda di indossare occhiali fotoselettivi che filtrano la lunghezza d'onda della luce blu. Per il futuro, invece, stanno iniziando a sperimentare colliri filtranti in grado di rallentare i danni prodotti dalla radiazione blu.

via | AdnKronos
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail