Perché molti adolescenti abbandonano lo sport?

Perché molti adolescenti smettono di fare sport? La risposta arriva dagli esperti.

Adolescente pigra

In Italia, con il passaggio dalle scuole medie alle superiori, circa il 30-40% degli adolescenti lascia lo sport. A parlare di questo fenomeno è stato Attilio Turchetta, esperto di Medicina dello sport della Società italiana di pediatria (Sip), che ha spiegato che l'abbandono della pratica sportiva nell’età compresa fra 12 e 14 anni è un fenomeno preoccupante, poiché può aprire le porte a problemi di salute come obesità e sovrappeso.

In un’intervista rilasciata ad Adnkronos Salute l’esperto spiega che è difficile mettere un freno a questa problematica, specialmente in un periodo così importante dello sviluppo, e aggiunge che l'abbandono dello sport spesso non è contrastato né dalle famiglie né dalla scuola.

In particolar modo pare che la scuola superiore italiana non faccia nulla per favorire l'attività fisica, considerandola anzi una scelta che porta via tempo allo studio. Tutt'altro discorso va fatto per gli Stati Uniti, dove i risultati sportivi permettono ai ragazzi di accedere alle università più prestigiose.

Da noi lo sport non è previsto nella programmazione della scuola elementare, e ciò è grave

aggiunge l’esperto, sottolineando che sia gli adulti che gli adolescenti dovrebbero svolgere almeno 150-180 minuti di attività fisica alla settimana, traguardo che purtroppo viene raggiunto solo in rari casi.

Per chi fa agonismo questo può voler dire accumulare anche 2 ore in piscina tutti i giorni. Un numero che fa impressione, ma questo perché dimentichiamo che i ragazzini si divertono, e oltretutto lo sport è un modo per socializzare, costruire amicizie.

via | AdnKronos

Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail