Vesciche scoppiate nei piedi, rimedi

Qualche consiglio per curare e prevenire la formazione di vesciche, le bollicine di siero che possono trasformarsi in piaghe dolorose.

Vesciche piedi

Non c’è niente di più doloroso di dover camminare con delle scarpe che hanno provocato delle vesciche. La situazione può peggiorare solo in caso le vesciche siano anche scoppiate. Purtroppo questo disturbo sono l’esito dello strofinamento tra piede e calzatura. Questo stress meccanico dà vita a un processo infiammatorio che causa la raccolta di liquido (siero) che origina la bolla.

La bolla in sé non da fastidio, può però diventare dolorosa in caso di infezione. Se la vescica si è già formata si può intervenire con una procedura molto semplice: dopo aver disinfettato la zona, va bucata con un ago sterile (puoi usare quello di una siringa nuova). Fai pressione con una garza sulla bolla, in modo da far uscire tutto il siero. Poi disinfetta di nuovo e lascia la zona all’aria aperta affinché si asciughi.

Se invece le vesciche si sono rotte, devi disinfettarle e coprirle con un cerotto. Non togliere la membrana esterna, perché potresti esporre la zona a batteri. Puoi anche applicare un gel all’aloe vera che ha proprietà cicatrizzanti, così come potrebbe essere utile un bel pediluvio con del bicarbonato di sodio.

Per evitare la formazione dovresti prenderti più cura della pelle, magari applicando le crema a base di ossido di zinco e magnesio silicato micronizzati. Queste creme svolgono due importanti compiti: ammorbidire la pelle e diminuire gli attriti con le calze o calzari. Inoltre per la presenza delle polveri di zinco e magnesio tengono il piede più asciutto assorbendo il sudore.


  • shares
  • Mail