Vaccinazioni in gravidanza, streptococco di gruppo B

Vaccinazioni in gravidanza, streptococco di gruppo B

Vaccinazioni in gravidanza

Vaccinazioni in gravidanza, quali sono quelle che una donna dovrebbe fare per proteggere il proprio bambino e se stessa? Non si parla mai abbastanza del vaccino contro lo streptococco di gruppo B. 20 milioni di future mamme nel mondo ne sono portatrici. E, secondo le stime, più di 100mila aborti e decessi di neonati si potrebbero evitare con un vaccino contro questa infezione batterica.

Il recente Congresso ESCMID che si è svolto a Bilbao con più di 200 immunologi e infettivologhi provenienti da tutto il mondo ha spiegato per quale motivo sarebbe importante un vaccino. Organizzato dalla Professoressa Susanna Esposito - Professore Ordinario di Pediatria all’Università degli Studi di Parma e Coordinatore del Gruppo di Studio sui Vaccini della Società Europea di Microbiologia Clinica e Malattie Infettive (ESCMID), il congresso ha fatto il punto della situazione sulla ricerca scientifica legata allo sviluppo di un vaccino contro lo streptococco di gruppo B utile in gravidanza.

La ricerca scientifica continua a compiere enormi passi avanti nell’ambito delle malattie infettive, laddove purtroppo il bisogno clinico è ancora elevato. La prevenzione di alcune patologie, causate da agenti virali o batterici, passa necessariamente attraverso le vaccinazioni, ancora di più nel caso delle donne gravide. Nel momento in cui la donna gestante si vaccina, non solo protegge se stessa in un momento di particolare vulnerabilità ma, allo stesso tempo, garantisce l’immunità al nascituro, grazie al passaggio degli anticorpi specifici per via transplacentare.

Cosa può provocare un'infezione da Streptococco di gruppo B? Si parla di parto prematuro e asfissia alla nascita. Mentre i bambini nati da mamme affette dall'infezione possono soffrire di sepsi, polmonite, meningite. Un'infezione contratta in gravidanza può causare infezioni del sangue, delle vie urinarie e, nei casi più gravi, anche la morte del feto.

L'infezione si può curare con terapia antibiotica, ma il vaccino risulta la soluzione migliore, per questo vanno avanti studi scientifici per garantire vaccini sicuri ed efficaci.

Foto Pixabay

  • shares
  • Mail