Problemi comportamentali nei bambini: colpa anche dello stress prenatale?

Lo stress prenatale aumenta il rischio di problemi comportamentali nei bambini. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

stress prenatale

Lo stress emotivo prenatale aumenta il rischio di problemi comportamentali nei bambini di due anni. A suggerirlo è un nuovo studio pubblicato sulle pagine della rivista Development & Psychopathology, secondo cui i conflitti fra i genitori in dolce attesa possono portare a problemi emotivi e comportamentali nei piccoli anche in tenera età.

Per giungere a questa conclusione gli esperti hanno esaminato le esperienze di 438 madri e padri diventati genitori per la prima volta, e li hanno seguiti a 4, 14 e 24 mesi dopo la nascita del bambino.

Ebbene, i ricercatori hanno scoperto che il benessere prenatale delle madri ha avuto un impatto diretto sul comportamento dei loro figli quando avevano due anni. Le madri che soffrivano di stress e ansia nel periodo prenatale avevano infatti maggiori probabilità di avere bambini con problemi comportamentali come rabbia, irrequietezza e tendenza ad essere dispettosi.

I ricercatori hanno anche scoperto che i bambini di due anni avevano maggiori probabilità di avere problemi emotivi (inclusi la tendenza ad essere preoccupati, infelici e piangere spesso, spaventarsi facilmente o essere appiccicosi nelle situazioni nuove) se i loro genitori avevano avuto problemi di relazione durante il periodo successivo alla nascita del bambino.

Alla luce di quanto emerso, gli esperti ritengono fondamentale rendere il supporto prenatale molto più inclusivo e fornire a mamme e papà gli strumenti di cui hanno bisogno per comunicare tra loro e prepararli al meglio per questo grande momento di transizione.

via | ScienceDaily
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail