I bambini nati da genitori più anziani hanno meno problemi comportamentali?

I figli di genitori più anziani hanno maggiori problemi comportamentali? La risposta a questa domanda arriva da un nuovo studio.

bambino

Un nuovo studio olandese ha preso in considerazione i problemi comportamentali dei bambini nati da genitori più anziani, ed i suoi autori sono giunti alla conclusione che questi bambini non hanno affatto maggiori problemi di questo tipo.

Lo studio, pubblicato sulle pagine della rivista Child Development, ha preso in considerazione i comportamenti problematici di esternalizzazione (aggressività) e quelli di interiorizzazione (ansia o depressione) di bambini nati da genitori più anziani.

Gli esperti hanno scoperto che i figli di genitori più anziani tendono ad avere meno problemi di comportamento esternalizzanti rispetto a quelli nati da genitori più giovani. I ricercatori hanno inoltre scoperto che l'età dei genitori non era correlata ai comportamenti problematici di interiorizzazione nei bambini.

Le prove indicano l’esistenza di un'associazione tra l'età dei padri e i disturbi dello spettro autistico e schizofrenia, quindi volevamo scoprire se esiste un’associazione nella popolazione generale tra l'età dei genitori e problemi comportamentali comuni nei bambini, al di là delle diagnosi cliniche. Per quanto riguarda i problemi di comportamento comuni, non abbiamo trovato motivo per i futuri genitori di preoccuparsi di un effetto dannoso causato dall’avere un figlio in età avanzata

spiegano gli autori dello studio, i quali hanno analizzato il comportamento di un campione di 32.892 bambini dai 10 ai 12 anni di età.

È possibile che alcuni dei motivi per cui i genitori più grandi hanno figli con meno problemi di aggressività siano che i genitori più anziani hanno maggiori risorse e livelli di istruzione più elevati.

via | Eurekalert
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail