Cos'è la crioterapia?

Che tecnica è la crioterapia? Come funziona e a cosa serve?

Ghiaccio

Conoscete la crioterapia? E' un metodo di cura che si basa sul ghiaccio e sul freddo in generale. Rispetto ad altre medicine alternative, ci sono studi scientifici che dimostrano gli effetti del freddo su patologie come traumi, contusioni e febbre. Ghiaccio e freddo, se usati correttamente, hanno azione analgesica temporanea, antiedemigena, antispastica e miorilassante. Ma come funziona la crioterapia? Quanti tipi di crioterapia esistono? E che effetti collaterali ha?

Crioterapia: effetti e applicazioni

Questi sono i principali effetti della crioterapia sul corpo:

  • sistema circolatorio: provoca subito vasocostrizione locale seguita da vasocostrizione sistemica. Se si scende sotto i 15°, però, si ha vasodilatazione
  • sistema nervoso: diminuisce la velocità di trasmissione dell'impulso nervoso
  • metabolismo: il freddo rallenta il metabolismo
  • muscoli: rilassa e scioglie i muscoli se applicato più a lungo

La crioterapia viene usata per curare disturbi estetici, ossei, muscolari o anche alcuni tumori cutanei (si parla anche di criochirurgia). Per quanto riguarda la crioterapia dermatologica, viene usata in caso di:

  • verruche
  • acne
  • emorroidi
  • condilomi
  • lentiggini
  • couperose
  • alopecia areata
  • cheratosi
  • angiomi
  • fibromi
  • piccoli tumori

Tipi di crioterapia

Ci sono diversi tipi di crioterapia:

  • crioterapia generale: si applica in anestesia totale soprattutto durante interventi di cardiochirurgia
  • crioterapia localizzata: il ghiaccio viene applicato direttamente sulla lesione per diminuire dolore e infiammazione
  • crioterapia sistemica: si usa in medicina sportiva e estetica

Quando si parla di crioterapia, bisogna scegliere se effettuare un congelamento lento o rapido. Quello veloce è quello che si utilizza, per esempio, per la rimozione di verruche e acne. Non è pericoloso come può sembrare perché si conoscono esattamente gli effetti che avrà sulle cellule, quindi è un congelamento controllato. Paradossalmente, invece, potrebbero esserci più effetti collaterali imprevedibili con il congelamento lento: non si possono conoscere, infatti, gli effetti dannosi che ne conseguono e quanto sarà grave il danno provocato.

Ci sono diversi strumenti tramite i quali può essere applicata la crioterapia:

  • bombolette spray: si usa soprattutto nel mondo sportivo per trattare sul campo contusioni e strappi muscolari. Attenzione: se non usate correttamente rischiano di provocare ustioni da congelamento
  • borsa del ghiaccio o siberini: chi l'avrebbe mai detto che le nostre nonne utilizzavano la crioterapia? La classica borsa del ghiaccio che usiamo per la febbre o quando abbiamo subito un trauma, è un tipo di crioterapia
  • ghiaccio chimico: sono quei pacchetti che si spezzano con le mani permettendo ai due reagenti chimici che contengono di mescolarsi e di creare il freddo. Sono più pratici rispetto ai siberini perché non necessitano di essere messi in freezer
  • penne e macchinari appositi

Effetti collaterali della crioterapia

Ci possono essere diversi effetti collaterali dell'uso della crioterapia:

  • arrossamento
  • edema
  • bolle sierose o sanguinolente
  • ustioni da freddo

A proposito delle ustioni da freddo, quando si usano siberini o affini, fra di essi e la cute andrebbe sempre interposto un panno di cotone per evitare, per l'appunto, le ustioni da freddo con rischio anche di necrosi della parte.

La crioterapia, inoltre, non può essere usata in caso di:

Foto | iStock

  • shares
  • Mail