Cos'è il plesso solare?

Quando si parla di plesso solare, cosa si intende? Che cos'è? Dove si trova? E a cosa serve?

Plesso solare e yoga

Tutti parlano di plesso solare, ma nessuno sa davvero cosa sia, dove si trovi o a cosa serve. Che cos'è il plesso solare? Il plesso solare, noto anche come plesso celiaco, è un plesso simpatico che si trova nell'addome, subito sotto il diaframma. E' situato ventralmente al passaggio dell'aorta nel diaframma, sotto lo iato aortico. E' una formazione dalla quale partono le fibre nervose del sistema simpatico che vanno ad innervare i visceri addominali. Il plesso solare fa parte del sistema dei plessi simpatici e ne rappresenta la parte preponderante. La parte principale è quella formata da una lamina che contiene i due gangli celiaci uniti da fibre a cui afferiscono rami del plesso aortico toracico, dei primi gangli lombari e le terminazioni dei due nervi splancnici.

Più in generale, con il termine plesso in anatomia si indica una formazione a rete costituita da elementi intrecciati o anastomizzati. Esistono dunque plessi fibrosi, formati da cordoni nervosi o da vasi sanguigni, soprattutto vene.

Plesso solare, chakra, yoga e meditazione

Al di là dell'anatomia, nel mondo della meditazione e dello yoga, al plesso solare viene collegato un chakra che si chiama Manipura (città dei gioielli). E' il terzo chakra, localizzato nel corpo sottile (più o meno dove c'è la bocca dello stomaco) e lungo il canale centrale chiamato Sushumna. Questo chakra si trova fra il chakra pelvico e quello cardiaco e spesso è bloccato.

A livello di yoga e meditazione, questo è il chakra dell'energia, delle emozioni e della volontà. Spesso questo chakra è bloccato e provoca:

  • debolezza
  • disturbi psicologici
  • assenza o eccesso di energia vitale
  • apatia
  • intolleranza
  • ipocrisia
  • insicurezza
  • disorganizzazione
  • ansia
  • bassa autostima
  • dimagrimento
  • ulcera gastrica
  • disturbi alimentari

Per sbloccare questo chakra, i praticanti consigliano di mangiare cibi di colore giallo, visto che il giallo è il colore del terzo chakra. Fondamentale dovrebbe poi essere la meditazione, cercando sempre di visualizzare qualcosa di giallo: un bel sole o un fiore giallo. Per quanto riguarda le posizioni, il saluto al Sole, la posizione del guerriero e la posizione navasana dovrebbero aiutare. Ci si accorgerà di aver sbloccato il chakra perché verrà ritrovata l'autostima perduta, ci si sentirà più tranquilli e rilassati, la volontà sarà rafforzata e non saremo più dominati dalle emozioni negative.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail