La piscina è sicura? 5 indizi per capirlo

A chi non piace nuotare in piscina? Ecco quali sono alcuni dettagli da tenere in considerazione per essere certi che la vostra piscina sia davvero sicura.

piscina

A chi non piace andare a nuotare in piscina? Tutti noi (o quasi tutti), amiamo rilassarci per qualche ora e fare un bel bagno nella nostra piscina preferita durante l’estate, ma siamo proprio certi che la struttura che abbiamo scelto sia effettivamente pulita e soprattutto che sia sicura per noi e per i nostri bambini?

Per aiutarvi a capirlo, abbiamo deciso di segnalarvi una serie di aspetti che bisogna tenere in considerazione. Scopriamo dunque quali sono i campanelli d’allarme che non dovreste mai ignorare:


  1. Il gestore della piscina non controlla l'acqua: i livelli chimici di una piscina devono essere testati almeno due volte al giorno.

  2. L’acqua è torbida e sporca: se l'acqua di una piscina non è limpida, non pensate nemmeno di immergervi. Non solo l’acqua torbida e sporca è indice di una scarsa manutenzione della struttura, ma la mancanza di visibilità costituisce essa stessa una minaccia per la vostra incolumità.

  3. Presenza di alghe nell’acqua. e la piscina emette un cattivo odore

  4. Ci sono molti bambini piccoli nella stessa piscina: è chiaro che i bambini sono carini, ma la presenza di troppi bambini nella stessa piscina potrebbe voler dire tracce di materiale fecale che potreste accidentalmente ingerire

  5. Non ci sono recinzioni di sicurezza intorno alla piscina: delle recinzioni e delle barriere adeguate dovrebbero essere poste in tutte le piscine pubbliche dove si trovano anche dei bambini, e quelle che non presentano queste semplici misure di sicurezza dovrebbero essere assolutamente evitate.


via | Prevention
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail