Le donne perdono 3 ore di sonno ogni notte a causa del partner: lo dice uno studio

Meno 3 ore di sonno ogni notte a causa del partner, è il destino delle donne che non dormono sole

Donne perdono sonno

Non c'è pace per le donne, anche quando sono nella propria casa, accoccolate nel lettone e vorrebbero godere del sano riposo del giusto. Uno studio recente ha infatti dimostrato che il gentil sesso con partner e figli è destinato a perdere circa tre ore di sonno a notte. La colpa degli arretrati sarebbe principalmente dell'uomo.

Ma spieghiamo meglio. Di recente, un sondaggio di Benson for Beds, che interrogava 2000 coppie britanniche sulla qualità del proprio sonno, ha scoperchiato un vaso di Pandora poco edificante. Le donne dormono meno e peggio rispetto ai partner per tre motivi: dolori mestruali nel periodo del ciclo, salute dei figli (le mamme si svegliano molto di più dei papà) e il russare del partner.

Quindi, a parte la prima causa fisiologica, che evidentemente accomuna nubili e maritate, negli altri due casi ci troviamo dinanzi alla pigrizia e al sonno pesante del compagno. Il risultato è che nell'arco di un anno le donne arrivano a rinunciare a più di mille ore di sonno in totale.

Le conseguenze di queste carenze si riflettono sul piano psico-fisico e comprendono minore sicurezza in sé stesse, proprio a causa della stanchezza, ma anche cambio dei ritmi e della qualità dei pasti (meno voglia di cucinare e quindi consumo di cibi meno salutari). Una partecipante su tre al sondaggio ha anche ammesso di sentirsi depressa.

La dottoressa Sarah Jarvis, direttore clinico Patient.info ha dichiarato a The Sun, dove è stata riportata la notizia, che la mancanza di sonno può causare una serie di problemi di salute nel breve e nel lungo periodo. Si partirebbe da irritabilità e mancanza di concentrazione, per arrivare a vere e proprie condizioni patologiche.

A lungo termine, la mancanza cronica di sonno è stata collegata a una serie di problemi di salute tra cui diabete di tipo 2 e malattie cardiache

Sarah Jarvis

Come detto, per questa carenza di sonno, una donna su quattro incolpa il russare del proprio partner, mentre il 14% delle intervistate afferma che è sempre la madre a prendersi cura dei propri figli quando si svegliano di notte. Se per il secondo problema è essenziale stabilire una certa parità di compiti in casa, per il secondo è la scienza che ci dà una mano.

Spesso basta infatti perdere peso e mangiare leggero la sera per limitare lo snoring notturno. Ma se proprio questo non bastasse, il dottor Mike Dilkes, chirurgo dell'orecchio, del naso e della gola all'Ospedale londinese di St. John e St Elizabeth, ha studiato una serie di esercizi utili.

Si tratta di mettere la lingua in tre posizioni diverse. Si parte arricciandola indietro verso il palato, per poi portarla a battere sul retro della dentatura. A questo punto si deve aprire la bocca e dire "ahhh" per circa 20 secondi. Infine si spinge nuovamente la lingua in fondo e si emette un suono acuto per 30 secondi, così da migliorare la respirazione.

Poi, nella peggiore delle ipotesi, c'è sempre il divano a dare un po' di sollievo.

  • shares
  • Mail