Alga wakame: le controindicazioni da conoscere

Ecco quali sono le controindicazioni e i benefici dell’alga wakame, e quando è meglio evitare di assumerla.

Alga wakame

L’alga wakame rappresenta un’alleata davvero benefica per la nostra salute, per via della ricca quantità di proteine, amminoacidi essenziali e minerali in essa contenute. Questa particolare alga presenta buone quantità di vitamine del complesso B e minerali (ferro, potassio e calcio), e rappresenta un ottimo ricostituente da assumere, ad esempio, in caso di carenze vitaminiche e di minerali, per ridare energia e vigore al proprio organismo.

L’alga wakame è disponibile nei negozi specializzati in una versione essiccata, e la sua assunzione è molto utile, oltre che per ridare vigore al nostro corpo, anche per favorire il dimagrimento, per via del suo effetto saziante e lassativo.

Tuttavia, è sempre importante evitare di assumere questo, così come altri rimedi e prodotti naturali (e non) se ci si trova in determinate condizioni. Ecco quali sono le controindicazioni dell’alga wakame.

Controindicazioni dell’alga wakame


In primo luogo, se state assumendo l’alga wakame sarà opportuno evitare di eccedere e di consumarne in più rispetto alle dosi consigliate. Se soffrite di patologie o disfunzioni della tiroide, consultate il medico prima di assumere integratori a base di alga wakame, ed evitate di assumere questo rimedio se siete in dolce attesa. Infine, è importante assumere questo alimento solo per alcuni periodi di tempo.

Se volete aggiungere l’alga wakame nella vostra alimentazione, ecco qui una ricetta semplice e veloce per gustarla al meglio e trarne tutti i benefici!

via | Cure-Naturali.it

Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail