Scottature: i cibi da evitare per ridurre il rischio

Volete evitare di bruciarvi in spiaggia? Ecco quali sono i cibi e le bevande da evitare secondo gli esperti.

Scottature solari

Durante l’estate è importante proteggere la nostra pelle dai raggi del sole. Oltre a indossare il nostro ampio cappello, gli occhiali da sole, ed oltre ad applicare regolarmente la crema protettiva e a rimanere sotto l'ombrellone durante le ore più calde della giornata, è però molto importante evitare di mangiare anche alcuni cibi.

A spiegarlo sono stati i membri dell’Università di Alberta, i quali rivelano che alimenti come il lime, alcuni tipi di carote, il sedano e l'aneto contengono una sostanza chimica naturale nota con il nome di furanocumarina, che potrebbe far diventare la pelle più sensibile ai raggi del sole.

In particolare gli esperti fanno riferimento al Lime, che viene spesso utilizzato per preparare i cocktail (come ad esempio il Margarita), e che entrando in contatto con la pelle, e reagendo con i raggi solari, potrebbe rendere la pelle molto più sensibile all’azione dei raggi solari. Si tratta di un problema chiamato con il nome di fitofotodermatite, o noto anche e scherzosamente come "Margarita sunburn", ovvero scottatura da Margarita. Per evitare di andare incontro a questo genere di problemi, sarà sufficiente evitare questi tipi di alimenti durante l'esposizione al sole.

Gli esperti ricordano inoltre che è importante fare attenzione ai cambiamenti meteorologici imprevisti, oltre che alla luce ultravioletta che si concentra quando siamo in acqua e sulla sabbia. Quest’ultima riflette infatti il 15-20% in più, mentre l'acqua del mare riflette il 25% in più di raggi UV rispetto all'erba.

via | Ansa
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail