Infezioni da piscina, come si prevengono?

Quali sono le norme igieniche e i consigli fondamentali da seguire per evitare le infezioni da piscina?

cloro pelle

Le infezioni da piscina non sono facili da prevenire e c’è bisogno di uno sforzo collettivo. Solo un uso corretto della piscina da parte degli utenti può infatti prevenire le infezioni legate all’acqua. In che cosa consiste l’uso corretto?

Gli utenti non devono fare il bagno se affetti da diarrea e devono evitare in ogni modo di diffondere materiali fecali nell’acqua. I genitori di bambini piccoli, ancora in età da pannolino, devono quindi avere cura di cambiarli con frequenza, e di lavarli, lontano dalla vasca, ogni volta prima di farli rientrare in acqua.

Stessa cosa vale per l’uso della cuffia, la doccia, il passaggio nelle vasche con disinfettante per i piedi e il lavaggio delle mani dopo ogni utilizzo dei servizi igienici: sono pratiche molto importanti per ridurre la diffusione di parassiti della pelle e di residui cutanei e capelli che possono fornire substrato di crescita e di agglomerazione dei parassiti in acqua. Infine, è bene evitare di ingerire l’acqua della piscina.

Per prevenire eventuali otiti, si consiglia l’uso dei tappi. È poi importante non camminare mai scalzi, né sul perimetro della vasca né nelle aree intorno, per evitare di prendere funghi e micosi. Un altro consiglio importante è quello di coprire bene le ferite aperte: ci sono dei cerotti appositi che resistono all’acqua.

  • shares
  • Mail