Mangiare melograni tiene alla larga l’invecchiamento?

Il melograno può aiutarci a tenere alla larga l’invecchiamento. Ecco i risultati di un nuovo studio.

Mangiare melograni

Il melograno è un frutto dai molteplici effetti benefici, e fra questi va segnalata anche la sua capacità di tenere alla larga alcuni segni tipici dell’invecchiamento. A rivelare gli effetti anti-aging di questo frutto è un nuovo studio pubblicato sulle pagine della rivista Nature Metabolism e condotto dai membri del Politecnico di Losanna, i quali hanno scoperto che l'urolitina A, una sostanza presente in particolar modo nei melograni, potrebbe rallentare il processo di invecchiamento muscolare e contrastare quindi la perdita di forza e di massa muscolare negli anziani.

Questa sostanza è stata precedentemente testata in degli studi condotti sugli animali, e si è rivelata in grado di aumentare la longevità e la forza muscolare. Nel nuovo studio, gli esperti hanno somministrato l’urolitina A in tre dosaggi diverse, per un periodo di 28 giorni, a tre gruppi di anziani sedentari. Un quarto gruppo (il gruppo di controllo) ha ricevuto una sostanza placebo.

Ebbene, gli esperti hanno scoperto che l'urolitina A è sicura a tutte le dosi e che, a livello muscolare, stimola anche l'aumento della 'biogenesi' dei mitocondri, fondamentali per la contrazione muscolare.

Nel corso della vita, i mitocondri vengono sostituiti man mano che diventano difettosi, ma tale processo rallenta in modo fisiologico con l’avanzare dell’età e con la sedentarietà. Il nuovo studio dimostra però che gli effetti prodotti dalla molecola presente nei melograni sarebbe compatibile con quelli che normalmente si ottengono con lo svolgimento di regolare attività fisica.

via | Ansa
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail