Pastiglie per il colesterolo naturali, i rimedi utili

Esistono dei rimedi naturali per combattere il colesterolo? Eccoli.

Colesterolo

Uno dei problemi di cui sentiamo spesso parlare è quello del colesterolo alto. Alimentazione non corretta, scarsa attività fisica o anche una predisposizione genetica famigliare conducono molte persone a lamentare un colesterolo alto. Oltre ai farmaci che ci prescriverà il nostro medico e alla necessaria correzione della dieta (non pensiate di poter far calare il colesterolo continuando a mangiare il triplo di quello che vi serve e salvandovi in corner con le pilloline magiche: non funziona così), esistono dei rimedi naturali per combattere il colesterolo alto. Ma attenzione: il fai-da-te è assolutamente vietato. Questo perché dovreste concordare con il vostro medico l'uso di queste pasticche naturali in modo che non vadano in contrasto con le altre terapie e la dieta.

Inoltre il recente caso degli integratori a base di curcuma ritirati dal commercio dovrebbero averci ampiamente spiegato che naturale non vuol dire privo di effetti collaterali.

Rimedi naturali contro il colesterolo

Esistono dei rimedi naturali e delle piante che possono aiutare a ridurre i livelli di colesterolo. In generale questi rimedi contengono sesquiterpeni lattonici, steroli o fitosteroli che aiutano o a ridurre l'assorbimento o la sintesi del colesterolo:

  • tarassaco: ha azione digestiva e diuretica. Fra i suoi effetti, stimola l'escrezione dela bile e quindi l'eliminazione del colesterolo in eccesso. Inoltre ne riduce l'assorbimento grazie ai fitosteroli e alle fibre
  • carciofo: favorisce la digestione e ha azione coleretica e colagoga. Inoltre riduce l'assorbimento dei lipidi esattamente come fa il tarassaco
  • omega 3 (vegetali) e omega 6 (animali): diminuiscono il colesterolo LDL e aumentano il colesterolo HDL. Inoltre abbassano i trigliceridi
  • borraggine: è ricco di omega 6. Aiuta sia per il colesterolo alto che per l'ipertensione
  • fitosteroli e lecitine: i fitosteroli riducono l'assorbimento e la sintesi del colesterolo, mentre le lecitine diminuiscono l'assorbimento del colesterolo e dei sali biliari, diminuendone anche la sintesi. Particolarmente usata quella di soia, ma occhio agli effetti collaterali di fitoestrogeni e lecitina di soia
  • riso rosso fermentato: durante la fermentazione a opera del lievito Monascus purpureus, il riso si arricchisce di monacoline. In particolare, la monacolina K inibisce un enzima che interviene nella sintesi del colesterolo
  • aglio: riduce i tigliceridi e favorisce il colesterolo HDL a scapito dell'LDL
  • chitosano: ha la capacità di assorbire i grassi, favorendo anche la loro eliminazione con le feci

Foto | iStock

  • shares
  • Mail