Dieta Lemme: cos'è, cosa mangiare, menù esempio

La dieta Lemme è un tipo di regime alimentare dissociato, che si basa su alcuni punti fondamentali

Dieta Lemme alimenti

Da qualche tempo si sente parlare di dieta Lemme, un regime alimentare ideato dal dottor Alberico Lemme, che promette di far dimagrire in tempi rapidissimi e senza grandi sacrifici. Al contrario delle comuni diete ipocaloriche, in questo caso il conteggio delle calorie dei pasti non esiste, ma viene sostituito da un'accurata scelta di nutrienti e dagli orari in cui consumarli.

Cos'è quindi la dieta Lemme e cosa si può mangiare? Innanzi tutto va detto che questo regime dietetico si divide in due fasi, una prima "attiva" di dimagrimento vero e proprio e una seconda di mantenimento. La prima, di fatto, termina quando si è raggiunto il peso forma desiderato e si desidera quindi mantenerlo senza incappare nell'effetto yo-yo e recuperare i chili perduti.

Se dovessimo definire la dieta Lemme, potremmo dire che appartiene al gruppo delle diete dissociate, in quanto uno dei suoi capisaldi è proprio non mischiare insieme i nutrienti. Più nel dettaglio, il dottor Lemme specifica che per assumere carboidrati si deve rispettare la fascia oraria mattutina, in cui il metabolismo è maggiormente attivo, mentre nel resto della giornata il consumo è prettamente proteico.

Detta così sembra che la dieta Lemme possa non essere adatta a vegetariani e vegani, vista la massiccia assunzione di fonti proteiche. Invece esistono dei piani alimentari studiati proprio per chi non assume proteine animali o di origine animale, cosa invece praticamente impossibile per altri tipi di diete iperproteiche come la Dukan.

Una cosa importante da sapere è che la dieta Lemme, sebbene dia un indirizzo comune per tutti, è un tipo di dieta che va cucito su misura sul singolo paziente. Detto questo, ci sono ovviamente delle basi universali da cui non si prescinde, pena il fallimento della dieta.

Chi segue la dieta Lemme NON può mangiare:


  • Sale (neppure per insaporire l'acqua della pasta)

  • Pane

  • Zucchero o altri tipi di dolcificanti

  • Aceto

  • Latticini

  • Frutta (consentiti invece alcuni tipi di verdura nella fase di mantenimento e nella dieta Lemme vegetariana)

Gli alimenti consentiti sono invece:


  • Pasta (non salata)

  • Carne (sia rossa sia bianca)

  • Pesce

  • Uova

  • Funghi

  • Olio extravergine di oliva

  • Erbe aromatiche quali basilico, salvia, prezzemolo, timo e rosmarino

  • Spezie calde come pepe e peperoncino

  • Aglio e cipolla

Per quanto riguarda le bevande, sono ammesse:


  • Acqua (anche gassata)


  • Caffè

Dieta Lemme: il menù esempio

COLAZIONE (entro le 9:00): pasta non salata condita con burro e salvia

PRANZO (fra le 12:00 e le 14:00): tonno fresco

CENA (fra le 19:00 ed entro le 21:00): cernia

Per quanto riguarda le cotture, sono ammesse tutte, compresa la frittura. L'olio extravergine di oliva può essere usato senza limiti per insaporire i cibi, esattamente come le erbe aromatiche e le spezie calde come peperoncino e il pepe di ogni tipologia.

Il sale, come detto, è assolutamente vietato. Secondo il dottor Lemme infatti aumenta il rischio di ipertensione e l'indice glicemico degli alimenti, stimolando la produzione di insulina, un ormone che influisce sull'accumulo dell'adipe nel corpo.

Dieta Lemme, è un regime sicuro?

Come ogni dieta, anche la Lemme ha dalla sua parte una rete di sostenitori (es. Flavio Briatore) e una di detrattori, fra cui molti medici e nutrizionisti. Se da una parte infatti questo regime alimentare promette una rapida perdita di peso senza troppe rinunce, dall'altra si dimostra squilibrata e per questo potenzialmente pericolosa.

La mancanza di sale, frutta e verdura nella prima fase, possono infatti portare a scompensi a livello di pressione, ma anche a carenze vitaminiche e minerali. Il consiglio quindi è di non puntare, come per ogni dieta dimagrante, sul fai da te, ma di affidarsi sempre ad un professionista.

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail