Avere un cane potrebbe essere questione di geni

Avere un cane è questione di genetica. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Avere un cane

Avere un cane potrebbe essere questione di genetica. Questo è ciò che emerge da un nuovo studio condotto su un campione di 35.035 coppie di gemelli, attraverso il quale si evidenzia il fatto che la variazione genetica può effettivamente spiegare più della metà della probabilità di avere un cane. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Scientific Reports e condotto dai membri delll'Università svedese di Uppsala, ed ha preso in esame la composizione genetica dei gemelli che possedevano dei cani.

Siamo stati sorpresi nel vedere che la composizione genetica di una persona sembra avere un'influenza significativa sul fatto che possieda un cane. Questi risultati sono importanti in quanto suggeriscono che presunti benefici per la salute che derivano dal possedere un cane e riportati in alcuni studi possono essere in parte spiegati dalla genetica delle persone esaminate. Anche se i cani e gli altri animali domestici sono membri delle nostre famiglie in tutto il mondo, poco si sa del loro impatto sulla nostra vita e sulla nostra salute. Forse alcune persone hanno una propensione innata maggiore a prendersi cura di questi animali rispetto ad altri.

Lo studio condotto sui gemelli non può spiegare esattamente quali geni sono coinvolti, ma può comunque dimostrare per la prima volta che la genetica e l'ambiente giocano dei ruoli importanti nel determinare se avremo o meno un cane.

Il prossimo passo logico - come sottolineano gli esperti - sarà adesso quello di cercare di identificare quali varianti genetiche influenzano questa scelta e in che modo si relazionano con i tratti della personalità e altri fattori come ad esempio l'allergia.

via | ScienceDaily
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail