La canzone di una vita che nasce

Una vita che nasce... Adesso c'è una canzone che svela il momento in cui avviene il concepimento.

Una vita che nasce

Una vita che nasce, vi siete mai chiesti come potrebbe essere la musica che deriva da questo momento in cui scatta la scintilla della vita? Se vi chiedessero una canzone per celebrare quel momento, voi a cosa pensereste? Non dobbiamo più spremerci troppo le meningi, perché ora sappiamo qual è la "musica del concepimento".

Il ricercatore e batterista Paolo Soffientini ce l'ha fatta. Il suo progetto 'Prote_IN Music' traduce infatti in note le lettere del DNA. L'ultimo brano è "Integrin part II-Connection" ed è la musica "prodotta" dalle proteine che sono responsabili di mediare il legame tra spermatozoo e ovulo, che insieme danno vita all'embrione. Di fatto è il suo di una vita che nasce.

Lo scienziato, ricercatore di proteomica all'Ifom-Istituto Firc di oncologia molecolare di Milano, presenterà il brano sabato 18 maggio, in occasione dell'evento food del Corriere della Sera "Cibo a regola d'Arte", in scena alla Fabbrica del Vapore da giovedì 16 a domenica 19 maggio.

Ho scelto di interpretare l'integrinaproprio perché nelle cellule funziona come una specie di mediatrice culturale. E sulle note del processo biologico attraverso il quale permette la fecondazione, ho pensato di metterci la voce di 12 colleghi provenienti da tutto il mondo, giovani ricercatori, compagni di lavoro e di sogni, che lanciano un messaggio di integrazione e di uguaglianza nei loro idiomi d'origine. Italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, greco, serbo, albanese e 4 lingue indiane: Marathi, Malayalam, Kannada e Tamil.

La scienza al servizio della pace, in chiave rock? Perché no. Un pezzo del brano, non a caso, recita:

Siamo tutti diversi e tutti uguali. Basta muri, servono ponti.

Qui il link della canzone da ascoltare.

Foto Pixabay

  • shares
  • Mail