Bambini: guardare troppa tv danneggia la capacità di attenzione

I bambini che trascorrono troppo tempo di fronte alla televisione corrono un maggior rischio di problemi come disattenzione. Lo rivela un nuovo studio.

Guardare troppa Tv

I bambini che trascorrono troppo tempo di fronte alla televisione corrono un maggior rischio di andare incontro a problemi clinicamente rilevanti come quelli di disattenzione. A suggerirlo è un nuovo studio pubblicato sulle pagine della rivista PLOS ONE, i cui autori spiegano che l'aumento del tempo trascorso di fronte alla televisione è risultato associato a modelli alimentari non salutari, a una scarsa qualità del sonno, a malattie cardiovascolari e obesità.

Gli esperti spiegano che, attualmente, sono state condotte poche ricerche in merito alle associazioni tra esposizione allo schermo e sviluppo comportamentale negli anni prescolari. Per questa ragione, gli autori hanno cercato di stabilire tale associazione all'età di cinque anni.

Per fare ciò, i genitori dei bambini hanno riferito quanto tempo i loro figli trascorressero di fronte allo schermo (compresi giochi e dispositivi mobili), ed hanno constatato che, rispetto ai bambini che trascorrevano meno di 30 minuti al giorno di tempo di fronte alla tv, il 13,7% di quelli che vi trascorreva più di due ore al giorno aveva cinque volte maggiori probabilità di riportare problemi esternalizzanti clinicamente significativi, ed era 5,9 volte più probabile che riferissero problemi di disattenzione.

Come se non bastasse, i bambini che trascorrevano più di due ore al giorno di fronte a uno schermo correvano un rischio maggiore di 7,7 volte di soddisfare i criteri per il disturbo da deficit di attenzione/iperattività.

Abbiamo scoperto che i bambini con più di 2 ore di schermo al giorno avevano significativamente più problemi comportamentali a cinque anni. Più tempo i bambini passavano a praticare sport organizzati, meno probabilità avevano di mostrare problemi comportamentali: nel loro insieme i nostri risultati supportano quindi un inizio di attività per i bambini, con la sostituzione dello schermo con sport organizzati.

via | Eurekalert
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail