Depressione dopo la perdita del lavoro, colpite sei 6 persone su 10

Affrontare la perdita del lavoro senza cadere in depressione è molto importante: ecco i consigli Marina Osnaghi, prima Master Certified Coach in Italia.

Disagi psichici

Perdere il lavoro può essere un vero e proprio choc, non solo per le difficoltà economiche ma per il trauma psicologico, che nella maggior parte dei casi causa sintomi depressivi e aumento di peso. E lo confermano i dati firmati National Bureau of Economic Research. Dalla ricerca è emerso inoltre che sedentarietà e perdita di motivazione sono gli stati più comuni. A dare qualche consiglio per rimettersi in forma è Marina Osnaghi, prima Master Certified Coach in Italia

“Il trauma del licenziamento è talmente forte che potrebbe attivare meccanismi di negazione, impossibilità di accettare la realtà delle cose, unita alla perdita di speranza e al pensiero di essere stati vittima di un’ingiustizia o di una grande sfortuna”.

Ecco quindi il decalogo della master coach Marina Osnaghi:


  • Ammettere la realtà dei fatti: negare l’evidenza del licenziamento peggiora soltanto la situazione.
  • Esternare le proprie emozioni: sfogare la rabbia repressa è legittimo, ma bisogna prestare attenzione a non lasciarsi trascinare via.
  • Gestire la sensazione di perdita di valore: il valore è una caratteristica personale di ciascun essere umano, non un’etichetta esterna data dal ruolo.
  • Non dimenticarsi delle proprie capacità: la virtù di una persona non si riconosce dai possedimenti materiali, ma dalle caratteristiche personali.
  • Ricordarsi che l’uomo è il miglior amico di se stesso: conoscersi e aiutarsi risulta fondamentale per non entrare in una spirale depressiva.

  • Stilare un elenco delle proprie competenze: mettere per iscritto il bagaglio tecnico acquisito durante il percorso professionale rappresenta una marcia in più per motivarsi.
  • Imparare ad essere resilienti: reagire positivamente alle avversità della vita con determinazione e propositività permette di rialzarsi più in fretta.
  • Trasformare il problema in un’opportunità di crescita: la vita è piena di ostacoli, ma imparare a superarli rappresenta la vera strategia di successo nella sfera privata come nel lavoro.
  • Permettersi di sbagliare: gli errori sono all’ordine del giorno, ma bisogna saper capitalizzarne l’apprendimento e guardare al futuro.
  • Farsi aiutare da un esperto: seguire i consigli di una persona altamente qualificata permette di migliorare la propria condizione psicologica.

  • shares
  • Mail