Osteopatia: benefici e controindicazioni

Attraverso la manipolazione di alcuni punti di schiena, collo e testa, l'osteopatia aiuta a risolvere molti disturbi

Osteopatia benefici ed effetti collaterali

Quando si parla di osteopatia si fa riferimento ad una terapia manuale non invasiva e non farmacologica, che punta a migliorare la salute di tutti i sistemi corporei, manipolando e rafforzando la struttura muscolo-scheletrica.

Il medico osteopata concentra il suo lavoro su articolazioni, muscoli e colonna vertebrale con trattamenti che mirano ad influenzare positivamente il sistema nervoso, quello circolatorio e quello linfatico dell'organismo.

In linea di massima l'osteopatia funge da valido supporto alla medicina tradizionale, ma a differenza di quest'ultima la prima si focalizza sul corpo nel suo insieme e non solo sulla parte lesa o malata come invece fa il secondo, cercando di raggiungere un equilibrio ed un benessere generali.

Osteopatia: i benefici

Chi si rivolge ad un medico osteopata, in genere lo fa per curare alcuni disturbi di tipo muscolare o scheletrico, ma come detto, l'osteopatia può aiutarci anche per stati di malessere più generalizzati, che non hanno nulla a che vedere con muscoli e ossatura.

In particolare l'osteopatia può aiutare se si presentano questi disturbi:


  • Artrite

  • Mal di schiena, collo e sciatica

  • Mal di testa

  • Gomito del tennista

  • Dolori alle giunture (es. gomiti e ginocchia)

  • Problemi posturali o infortuni di varia natura

  • Nevralgia

Ma i benefici di una corretta terapia osteopatica possono riflettersi anche sulla qualità del sonno e su quella della digestione, favorendo il primo e accelerando la seconda. Non solo, perché le manipolazioni del medico, spesso unite ad un cambio di stile di vita e ad esercizi da effettuare in casa da parte del paziente, possono favorire una riduzione dello stress e dei disturbi ad esso associati.

Osteopatia: le controindicazioni e gli effetti collaterali

Se il trattamento osteopatico è eseguito da un medico qualificato (accertiamoci sempre che lo sia), possiamo stare tranquilli sulla sicurezza delle procedure effettuate, ma soprattutto essere messi al corrente delle possibili controindicazioni per alcuni casi specifici.

Sebbene l'osteopatia sia piuttosto sicura, spesso la si sconsiglia in caso di pazienti molto avanti con l'età (ci può essere il rischio di fratture) o con problematiche particolari. In ogni caso, se pur non particolarmente frequenti, possiamo aspettarci alcuni effetti collaterali post trattamento, che in genere svaniscono nell'arco di 24-48 ore dalla manipolazione.

Non è inusuale percepire una certa rigidità o anche dolori lievi in alcune zone trattate e talvolta anche insonnia. Molto rari invece ictus, danni ai nervi, incontinenza a livello di intestino e vescica. In questi casi è essenziale chiamare immediatamente il medico.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail