Lavoro: perdere anche solo 16 minuti di sonno ci rende meno produttivi

Perdere anche solo 16 minuti di sonno può influenzare negativamente il nostro lavoro. La conferma arriva da questo nuovo studio.

Orologio sonno

Perdere anche solo 16 minuti di sonno potrebbe influenzare negativamente il nostro lavoro. Questo è ciò che emerge da un nuovo studio condotto dai membri della University of South Florida e pubblicato sulle pagine della rivista Sleep Health, secondo cui dormire anche poco meno del solito è associato a una maggiore tendenza a distrarsi e a una minore capacità di valutazione sul posto di lavoro.

Per giungere a questa conclusione, gli autori dello studio hanno esaminato un campione di 130 dipendenti sani, che lavoravano nell'ambito dell'information technology e che avevano almeno un figlio in età scolare. Esaminando le risposte ai sondaggi fornite dai partecipanti, gli esperti hanno scoperto che una riduzione di anche solo 16 minuti di sonno o un sonno di scarsa qualità sono collegati a problemi cognitivi il giorno successivo.

I risultati di questo studio forniscono prove empiriche del motivo per cui nei luoghi di lavoro sia necessario un impegno maggiore per promuovere il sonno dei dipendenti

spiegano gli autori dello studio, i quali ribadiscono che chi dorme bene può rendere meglio sul posto di lavoro, poiché è in grado di rimanere concentrato, compie meno errori e va meno incontro a possibili conflitti con i colleghi o con i superiori. Per dormire meglio, provate a seguire consigli utili come evitare l’uso dello smartphone o di altri strumenti tecnologici in camera da letto, evitare di bere alcolici o bevande eccitanti prima di andare a dormire, e provate a seguire questi altri consigli semplici ma davvero efficaci!

via | Ansa
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail