Le carie non sono un problema ereditario

A fare la differenza non è il patrimonio genetico, quanto l’igiene e la dieta. Ecco come si prevengono le carie.

Cosa mangiare per rinforzare i denti

Per molto tempo si è pensato che le carie avessero una componente ereditaria. Invece, secondo gli ultimi studi, dipendono principalmente da fattori ambientali (igiene dentale, alimentazione, esposizione al fluoro etc). A darne notizia è una ricerca pubblicata sulla rivista Pediatrics e condotta da Mihiri Silva del Dipartimento di Pediatria della Melbourne Medical School in Australia.

I ricercatori australiani hanno coinvolto 250 coppie di gemelli ancora prima della loro nascita. Hanno raccolto dati demografici e relativi alla loro salute a cominciare dal periodo gestazionale e poi periodicamente più volte dopo la nascita dei bimbi. A 6 anni compiuti le 172 coppie di gemelli ancora partecipanti allo studio sono state sottoposte a una visita odontoiatrica.

Perché sono stati scelti gemelli identici? Proprio perché il loro Dnaera identico. Ne consegue che se le carie fossero una condizione genetica, queste coppie di fratelli dovrebbero avere lo stesso medesimo problema. Mihiri Silva ha commentato:

"Non ho trovato alcuna prova di un contributo della genetica. Vedo tanti pazienti che pensano di essere predisposti alle carie. E' piacevole credere che possiamo dare la colpa ai nostri geni, ma la maggior parte delle volte non è vero”.

È molto importante fare attenzione alla dieta e ridurre gli zuccheri, soprattutto in forma liquida (vedi le bibite), utilizzare dei dentifrici contenenti fluoro, ma anche sottoporsi periodicamente all’igiene orale professionale.

Via | Ansa

  • shares
  • Mail