Alex Maria Montresor è guarito

Il piccolo Alex Maria Montresor è guarito: è tornato a casa e, dopo l'intervento al Bambin Gesù di Roma, tutto procede bene.

Alex Maria Montresor

Alex Maria Montresor è guarito. Il piccolo Alex è tornato a casa e le sue condizioni migliorano giorno dopo giorno. Dopo il trapianto dello scorso mese di dicembre all'ospedale Bambino Gesù di Roma, con l'utilizzo delle cellule del papà, è la stessa struttura sanitaria italiana a darci questa bella notizia, con le parole rilasciate da Franco Locatelli, primario del Dipartimento di oncoematologia e terapia cellulare e genica dell'ospedale Bambino Gesù di Roma, all'AdnKronos Salute. Alex, infatti,

è ufficialmente guarito, il suo sistema immunitario è sano. È un traguardo enorme per il tipo di trapianto e per il caso molto difficile. E la soddisfazione è enorme.

Alex soffriva di una rara malattia, la linfoistiocitosi emofagocitica (HLh). Dopo il trapianto delle cellule staminali emopoietiche del padre e una gara di solidarietà per trovareun donatore compatibile, il bambino è stato dimesso il 24 gennaio dall'ospedale. I controlli fanno ben sperare, perché il piccolo sta davvero meglio. Primadoveva fare dei controlli ogni settimana. Adesso, visto che tutto procede bene, ogni 15 giorni.

A quattro mesi dal delicato trapianto, i medici sono soddisfatti. E il piccolo è tornato a vivere la sua vita. Gli è stato tolto il catetere venoso centrale usato per prelievi e infusioni di midollo. Ed è guarito.

Ha un sistema immunitario perfetto. In ematologia si parla di chimerismo completo. Le cellule del donatore si sono del tutte sostituite a quelle malate che non avrebbero consentito ad Alex di sopravvivere.

Spiega il medico, che si è detto assolutamente felice "di poter impreziosire con questa guarigione la Pasqua della famiglia Montresor e del Bambino Gesù".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail