4 regole d’oro per la grigliata di Pasquetta

Per la grigliata di Pasquetta è importante fare attenzione ad alcune facili regole che possono essere fondamentali per la salute.

Pasquetta è sinonimo, se il tempo è bello, di grigliata. È un classico ed è anche la scusa per una gita all’aria aperta in compagnia di amici e di bambini. ManoMano.it ha interpellato il Professor Giorgio Calabrese, medico nutrizionista specializzato in Scienze dell’alimentazione, raccogliendo alcuni consigli per grigliare nel miglior modo possibile, facendo attenzione alla salute.

Pulizia del barbecue: la griglia deve essere pulita e non devono esserci incrostazioni precedenti. L’ideale è pulire il barbecue una volta terminata la cottura quando è ancora caldo per evitare che si formino incrostazioni, ed è sufficiente bagnare la superficie con dell’acqua calda, aggiungere il detergente usando saponi specifici e poi strofinare il tutto con una spazzola con setole di metallo.

Quali alimenti scegliere? Carne e verdura sono perfetti. Le verdure alla griglia sono più ricche di antiossidanti e la cottura alla griglia può potenziare i benefici di alcuni ortaggi e in alcune verdure cambia e migliora l’attività antiossidante: tra queste, le zucchine, le melanzane, i peperoni, le patate, la zucca, gli asparagi, i pomodori e molte altre. Preferite, invece, carini magre.

Preparazione degli alimenti: rimuovere tutto il grasso in eccesso e mantenendoli fuori dal frigo per qualche minuto a temperatura ambiente, se avete un forno a microonde, utilizzatelo per cuocere parzialmente la carne prima di posizionarla sulla griglia. In questo modo potrete eliminare i succhi prodotti evitando fumo ed eventuali fiammate e, allo stesso tempo, ridurre i tempi di cottura.

Cottura. Per garantire la degradazione e l’uccisione di batteri e larve di parassiti, è bene che la carne non sia né al sangue né troppo cotta: la carne carbonizzata infatti contiene benzopirene e ammine eterocicliche, entrambi composti ritenuti cancerogeni.

  • shares
  • Mail