CBD: effetti, benefici e controindicazioni

Cosa sappiamo del CBD, il cannabidiolo presente nella cannabis? Ecco effetti, benefici e controindicazioni.

CBD

Cos'è il CBD? E quali sono i suoi effetti sul nostro organismo? Quali i benefici e quali le controindicazioni? Si parla molto di cannabis terapeutica negli ultimi tempi, ma sappiamo davvero di cosa si tratta? E a che punto sono gli studi sulla sua efficacia nel trattamento di diverse patologie?

Il cannabidiolo è una sostanza chimica che è naturalmente presente nella Cannabis sativa o marijuana. CBD è la sua abbreviazione. La marijuana contiene al suo interno 80 sostanze chimiche, i cannabinoidi. Il THC è l'ingrediente attivo più importante, mentre il CBD rappresenta il 40% del suo estratto.

 

Effetti del CBD


Tra gli effetti riconosciuti dagli esperti possiamo annotare:


  • effetti rilassanti

  • effetti anticonvulsivanti

  • effetti antidistonici

  • effetti antiossidanti

  • effetti antinfiammatori

  • aiuta a favorire il sonno

  • effetti distensivi

  • combatte ansia, stress e panico

  • riduce la pressione endoculare


Benefici del cannabidiolo


Quali sono benefici e proprietà del cannabidiolo? A scopo terapeutico la sostanza si può usare per trattare i sintomi della sclerosi multipla, riducendo il dolore. Ci sono studi, che hanno ancora bisogno di maggiori conferme, che indicano il CBD come utile nel trattamento della distonia, dell'epilessia, dell'insonnia, del morbo di Parkinson, del disturbo d'ansia sociale. In Italia viene anche u sato per trattare il dolore provocato dai tumori.

Alcuni ricercatori sostengono che possa essere utile in caso di emicrania e fibromialgia.

Controindicazioni ed effetti collaterali


Il cannabidiolo deve essere, ovviamente, utilizzato sotto stretto controllo medico, solo nei pazienti al giorno. Si possono usare dosi giornaliere di 300 mg per un massimo di sei mesi. Dosi più elevate possono essere assunte per un trattamento di minore durata.

Gli effetti collaterali noti sono abbassamento della pressione del sangue, stanchezza e sonnolenza, bocca secca.

Non usare in gravidanza e in allattamento.

 

Foto Pixabay

  • shares
  • Mail