Gravidanza, in fase di sperimentazione esame che sostituirà l’amniocentesi

Un nuovo esame che permette di isolare le cellule fetali darà modo di individuare le malattie con attendibilità al 100%

Gravidanza

L’amniocentesi è un esame sicuro ma invasivo, lo sanno bene le donne in gravidanza che si pongono sempre molte domande sull’esecuzione. È in fase di sperimentazione al Singhealth-Singapore General Hospital un nuovo esame, basato su tecnologia DEParray, che potrebbe essere un’alternativa meno invasiva per diagnosticare eventuali patologie del feto con una precisione del 100%. Sarà sufficiente un semplice prelievo del sangue.

Lo studio, guidato da un gruppo di ricercatori italiani, sta ottimizzando un test per individuare e isolare le cellule fetali presenti nel sangue materno. Paola Castagnoli, chief scientist di Menarini, rivela che finora l’esame è stato sperimentato su un campione di 50 donne, ha commentato:

“Entro un anno contiamo di avviare una sperimentazione più ampia in Italia che dovrebbe coinvolgere circa 500 donne in vari centri, tra i quali gli ospedali Mangiagalli di Milano e San Gerardo di Monza”.

Successivamente, il test dovrebbe essere vagliato dalle agenzie regolatorie.

“Con la metodica DEParray si va invece ad identificare la cellula fetale intera e ciò permette la diagnosi di tutte le patologie eventualmente presenti. Le cellule fetali nel sangue materno sono però pochissime, 10-20 in ogni 20 milligrammi di sangue. Per questo è prioritario riuscire a definire un test in grado di escludere tutte le altre cellule per isolare esclusivamente quelle fetali. E proprio a questo obiettivo è sempre più vicina la tecnologia DEParray”

Ha puntualizzato Luigi Ricciardi, Ceo di Menarini Biomarkers Singapore. Sarà una bella rivoluzione, perché al momento è possibile individuare tracce del Dna fetale nel sangue della madre tramite la biopsia liquida. È però un esame con potenzialità limitate perché permette di riconoscere un numero circoscritto di malformazioni.

Via | Tg24

  • shares
  • Mail