Cosa mangiare dopo aver vomitato?

Ecco quali sono i cibi da preferire dopo aver vomitato.

Pane tostato

Il vomito può rappresentare una reazione del corpo necessaria, che si verifica ad esempio dopo aver mangiato qualcosa di tossico, o a causa di un’infezione gastrointestinale o di un’intossicazione alimentare. A prescindere da quale sia la causa, è importante sapere cosa mangiare dopo aver vomitato, in modo da ristabilire i nutrienti e gli elettroliti necessari per il recupero dell’organismo e ripristinare l'equilibrio del tratto gastrointestinale.

Vediamo dunque cosa è meglio mangiare dopo aver vomitato.


  • Liquidi: si consiglia il consumo di acqua a piccoli sorsi subito dopo aver vomitato, in modo da mantenersi idratati e liberarsi dalla sensazione di mal di testa che si avverte subito dopo. Si possono consumare anche altri tipi di liquidi oltre all’acqua. Si consiglia ad esempio l’assunzione di bevande contenenti una piccola quantità di calorie (in modo tale da preparare lo stomaco all’assunzione dei cibi solidi), come ad esempio bevande sportive, gelatina, brodo di pollo o di manzo e succo di mela.

  • Cibi sciapi: nel caso in cui lo stomaco riesca a tollerare cibi a basso contenuto calorico - come banane, riso, succo di mela, pane tostato – si può passare all’assunzione di cibi semplici, senza oli, formaggi, salse o burro. Tra questi segnaliamo ad esempio le patate bollite, il pane tostato e il tacchino al forno o pollo alla griglia.


Dopo aver visto cosa mangiare dopo aver vomitato, prestiamo attenzione a cosa non si dovrebbe fare. E' infatti importante evitare l’assunzione di alimenti salati o grassi (carne, cibi fritti, grassi, pane bianco, cibi raffinati), bevande contenenti caffè, prodotti caseari, alcolici, alimenti piccanti e cibi crudi.

via | NewHealthAdvisor
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail