Le app per la mindfulness tengono alla larga la solitudine

Un nuovo studio rivela che le app per la mindfulness possono aiutare a ridurre la sensazione di solitudine.

mindfulness

Vi sentite soli? Provate a usare un’app per la pratica della mindfulness. Questo è il consiglio che emerge da un nuovo studio condotto dai membri della Carnegie Mellon University, i quali suggeriscono che la mindfulness eseguita con l'aiuto di un'app per smartphone può effettivamente aiutare le persone a sentirsi meno sole, e motivarle a interagire con più persone.

Gli autori dello studio, pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, spiegano che quando parliamo di interventi di consapevolezza parliamo di due componenti chiave: il primo è imparare a usare la propria attenzione per monitorare le esperienze nel momento presente (sia che si tratti di sensazioni corporee, pensieri o immagini), il secondo è imparare ad adottare un atteggiamento di accettazione verso quelle esperienze, un atteggiamento di apertura, curiosità e di non-giudizio.

Nello studio, 153 adulti sono stati assegnati in modo casuale a uno dei tre interventi basati su smartphone della durata di 14 giorni. Per 20 minuti, ogni giorno, un gruppo ha ricevuto una formazione per migliorare la capacità di mindfulness e accettazione, un secondo gruppo ha ricevuto solo la formazione per monitorare le proprie emozioni e sensazioni, mentre un terzo gruppo non ha ricevuto alcun consiglio di mindfulness, ma ha invece ricevuto una guida con tecniche di coping comuni.

Tre giorni prima e tre giorni dopo l'intervento, i partecipanti hanno completato valutazioni periodiche per misurare il livello di solitudine e i contatti sociali avuti, ed esaminando i dati raccolti sarebbe emerso che i partecipanti che hanno ricevuto una formazione mindfulness e di accettazione hanno sperimentato i maggiori benefici, hanno visto ridursi i livelli di solitudine del 22% ed hanno aumentato il contatto sociale con una media di due interazioni ogni giorno.

Gli altri due gruppi non hanno sperimentato gli stessi effetti benefici, e ciò suggerisce che la mindfulness, senza l’accettazione di ciò che ci accade, non basta per migliorare la nostra vita e ridurre la sensazione di essere soli.

via | MedicalXpress
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail