Psicologia: paura di restare soli per 7 italiani su 10

Sette italiani su dieci hanno paura di rimanere soli. Ecco cosa emerge da un nuovo sondaggio.

restare soli

Avete paura di rimanere soli? Purtroppo si tratta di una sensazione comune a sette italiani su 10. Per la maggior parte delle persone è molto importante avere una relazione, purché non sia a distanza, in quanto considerata “troppo difficile da gestire”. A renderlo noto è il nuovo sondaggio recentemente condotto da Eurodap (Associazione europea disturbi da attacchi di panico), che ha preso in esame un campione di circa 700 uomini e donne tra 18 e 60 anni di età.

Gli esperti spiegano che al giorno d’oggi le relazioni (in generale, e non solo quelle di coppia) sono sempre più dominate da un certo grado di “esasperazione per l'apparenza e l'esteriorità”.

Le relazioni, anche quelle che dovrebbero essere profonde e radicate, stanno subendo dei cambiamenti e stanno diventando sempre più superficiali. Questo scenario spesso terrorizza le coppie, sempre più distanti e schiacciate da ritmi e pressioni insostenibili, con l'eventualità di una rottura. Il troppo lavoro, i rapporti a distanza, la cura dei figli, sono solo alcuni dei possibili pesi che possono mettere alla prova una relazione. Un rapporto che ha sempre meno tempo per sé. In più oggi lo stare soli spaventa più di ieri poiché, dominati dall'incertezza, avere qualcuno accanto assume un significato di maggiore stabilità.

Dal sondaggio è emerso dunque che il 76% dei partecipanti ha paura di restare solo, il 68% ha difficoltà a vivere un rapporto a distanza, il 74% ritiene molto importante avere una relazione e il 64% si sente molto a disagio durante la sera di San Valentino.

via | AdnKronos
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail