Otite esterna: rimedi

Quali sono i farmaci e i rimedi naturali da adottare in caso di otite esterna?

Otite esterna: rimedi

Con il termine di otite esterna si intende un processo infiammatorio, spesso infettivo, che colpisce l'orecchio esterno (è nota anche con il nome di otite del nuotatore). In realtà esistono anche l'otite media, che colpisce l'orecchio medio e l'otite interna, la cosiddetta labirintite. Come sintomi di otite esterna solitamente si ha dolore alle orecchie, presenza di materiale ceruminoso o giallastro nelle orecchie, abbassamento dell'udito e acufeni. Tuttavia, se sopraggiungono lesioni al timpano o sia labirintite, si possono avere anche vertigini, giramenti di testa e incapacità di rimanere in stazione. Ma quali sono le cure indicate per un'otite esterna? Bisognerebbe sempre andare dal medico o dall'otorino prima di applicare qualsiasi tipo di prodotto locale nelle orecchie. Questo perché, se presente una piccola lesione timpanica, l'applicazione di prodotti topici potrebbe peggiorare la lesione fino ad arrivare alla perforazione del timpano.

Otite esterna: farmaci da usare

In caso di otite esterna, il vostro medico potrebbe prescrivervi uno o più di questi farmaci, in opportuna combinazione:

  • antibiotici: se l'otite è di origine batterica (possibile anche fare un tampone con antibiogramma per stabilire quali batteri siano presenti e quale sia l'antibiotico più efficace)
  • antivirali
  • antidolorifici/antinfiammatori (sia FANS che cortisonici)
  • prodotti topici antibiotici, antinfiammatori o con anestestici locali (a volte sono combinati fra di loro)

Otite esterna: rimedi naturali

In caso di otite esterna, spesso viene consigliato di fare degli impacchi caldi per ridurre il dolore. Tuttavia è bene ricordare che, in caso di infiammazione acuta, l'impacco caldo potrebbe temporaneamente peggiorare l'infiammazione. Evitate poi di introdurre acqua nell'orecchio se sospettate di avere un'otite, quindi attenzione quando siete al mare, quando vi lavate i capelli o se andate in piscina.

Da evitare l'uso di cotton-fioc: potrebbero dare sollievo immediato, ma tendono a spingere il cerume verso l'interno del condotto uditivo, contribuendo a creare tappi di cerume, abbastanza frequenti nelle otiti esterne. Cercate di non grattare l'orecchio, per evitare di lesionare la cute.

Ci sono poi dei rimedi naturali che si possono usare in caso di otite esterna, ma prima di applicarli nell'orecchio bisognerebbe:

  1. accertarsi con il medico che l'applicazione topica di queste sostanze non peggiori l'infiammazione dell'orecchio o che non ci siano lesioni timpaniche
  2. valutare col medico se sia presente un tappo di cerume e in caso di positività, quali prodotti ceruminolitici applicare (inutile buttare dentro l'orecchio tonnellate di prodotti o rimedi naturali se poi il problema è un tappo di cerume che non si scioglie)

In caso di otite esterna, i rimedi naturali che si potrebbero utilizzare sono:

  • olio di oliva
  • olio di mandorle
  • olio di vaselina
  • olio d'arachide
  • propoli
  • olio di macassar
  • olio di aglio o cipolla

Foto | iStock

  • shares
  • Mail