Le foto rovinano i nostri ricordi?

Fare foto rovina i nostri ricordi. Lo conferma un nuovo studio.

selfie

Quando ci troviamo a teatro, quando assistiamo a un concerto o semplicemente alla recita dei nostri bambini, viene spontaneo prendere il nostro smartphone e fare delle foto o dei video. Si tratta di un comportamento molto comune, un comportamento che però potrebbe danneggiare i nostri ricordi. A confermarlo è un nuovo studio pubblicato sulla rivista Psychology & Marketing, secondo cui apprezziamo meno un’esperienza se, quando la viviamo, scattiamo foto e facciamo video.

A rivelarlo sono i membri del Daniels College of Business di Denver, i quali spiegano che in casi del genere ci troviamo di fronte a una scelta, ovvero: dobbiamo vivere questi momenti a pieno, oppure dobbiamo immortalarli? Dal momento che non possiamo fare entrambe le cose, spesso scegliamo la seconda opzione, e ci ritroviamo a immortalare esperienze che invece dovremmo vivere pienamente. In questo modo compromettiamo la formazione dei nostri ricordi.

Per il loro studio, gli esperti hanno condotto tre esperimenti, chiedendo a diversi gruppi di partecipanti di osservare dei filmati molto coinvolgenti. Alcuni partecipanti hanno avuto la possibilità di fare delle foto, mentre un altro gruppo ha solo osservato i filmati. Ebbene, in base alle reazioni dei diversi gruppi, è apparso chiaro che fare delle foto compromette la capacità di apprezzare e assaporare fino in fondo l’esperienza vissuta.

Questo effetto vale soltanto quando l’esperienza è classificabile come “molto piacevole”. Se invece l’esperienza è soltanto moderatamente piacevole, allora mettersi a fotografare non ne compromette il godimento.

Ma a cosa sarà dovuto un effetto del genere? A rispondere a questa domanda ci pensano gli autori dello studio, che spiegano:

Se pensiamo al coinvolgimento, scattare foto lo affievolisce, perché abbiamo l’impressione che poi, a casa, potremo rivivere l’esperienza del momento guardando le fotografie. E’ una sensazione analoga a quella degli studenti che, se registrano le lezioni, non prestano molta attenzione alle parole dei professori perché sanno che potranno riascoltarle.

Inoltre, bisogna ricordare che quando prendiamo il cellulare per fare foto e video veniamo distratti anche dai messaggi ricevuti, dalle email e quant’altro, e tendiamo a non vivere pienamente il momento.

via | Repubblica
Foto da iStock

  • shares
  • Mail