Demenza negli anziani: tienila alla larga mantenendoti attivo

Fare sport da anziani tiene alla larga anche il rischio di demenza. La conferma arriva da un nuovo studio.

Sport anziani

Fare sport da anziani tiene alla larga anche il rischio di demenza. A confermarlo è un nuovo studio condotto dai membri della Rush University Medical Center, i cui autori spiegano che gli adulti più anziani che si muovono più della media possono mantenere memoria e capacità mentali più sane rispetto alle persone meno attive rispetto alla media. Lo studio, pubblicato sulla rivista Neurology, ha preso in esame i livelli di attività fisica nei partecipanti in media due anni prima della loro morte, e poi ha esaminato il loro tessuto cerebrale, donato dopo la morte.

Abbiamo scoperto che uno stile di vita più attivo può avere un effetto protettivo sul cervello. Le persone che si muovevano di più avevano migliori capacità di pensiero e di memoria rispetto a quelle che erano più sedentarie o che non si muovevano affatto.

Lo studio ha confrontato i risultati dei test cognitivi e i dati relativi all'attività fisica svolta da un campione di 454 anziani (191 con demenza e 263 senza questa condizione). A tutti i partecipanti sono stati eseguiti esami fisici e test di memoria e di pensiero ogni anno per 20 anni, ed i partecipanti hanno accettato di donare il loro cervello per la ricerca dopo la loro morte.

Esaminando i dati i ricercatori hanno scoperto che livelli più alti di attività fisica quotidiana erano collegati a un miglior modo di pensare e a migliori capacità di memoria. Lo studio ha anche scoperto che le persone che avevano migliori capacità motorie (abilità che aiutano nel movimento e nella coordinazione) avevano anche delle migliori capacità di pensiero e di memoria.

Il legame tra un livello più alto di attività fisica e una migliore capacità di pensiero e memoria non è risultato invece correlato alla presenza di biomarcatori del morbo di Alzheimer e dei relativi disturbi.

L'esercizio fisico è un modo economico per migliorare la salute e il nostro studio dimostra che potrebbe avere un effetto protettivo sul cervello. Ma è importante notare che il nostro studio non mostra una relazione di causa ed effetto. È anche possibile che, man mano che le persone perdono la memoria e le capacità di pensiero, riducano la loro attività fisica. Sono necessari ulteriori studi per determinare se muoversi di più è davvero benefico per il cervello.

via | MedicalXpress

Foto da iStock

  • shares
  • Mail