Chirurgia estetica: il ritocco al seno è l’intervento più praticato nel mondo

Ritoccarsi il seno è l’intervento più praticato nel mondo. Solo in Italia ci sono 300 mila casi l’anno. Bisogna ricordarsi che non è un gioco. La mastoplastica additiva è sempre più comune, soprattutto per le donne comprese tra i 25 e 35 anni, se fatta da mani esperte è sicuro, ma resta comunque un intervento con dei rischi. Il chirurgo plastico Giulio Basoccu, responsabile della divisione di Chirurgia plastica estetica e ricostruttiva all’Istituto Neurotraumatologico Italiano (Ini), ha sottolineato:

“Le pazienti interessate all’operazione possono stare tranquille circa i rischi presentati dal ritocco al seno, poiché non esiste nessuna controindicazione all’utilizzo delle protesi. Esistono ciclicamente notizie allarmanti che non corrispondono a realtà e gli studi dimostrano che non esistono correlazione con patologie importanti”.

È noto il ritiro a dicembre delle protesi di Allergan.

“E’ legato al mancato rinnovo tempestivo del marchio CE, è un problema burocratico europeo e non ha nulla a che fare con eventuali effetti collaterali. Inoltre oggi le protesi sono tecnologicamente molto evolute, non provocano rigetti e possono durare anche tutta la vita”.

E poi è importante scegliere con cura il proprio medico, che sia in grado di consigliare la paziente per il meglio. Non si può dire sì a tutto, soprattutto se la ragazza è molto giovane. Basoccu ha precisato che il ritocco ha anche una funzione preventiva, perché incentiva i controlli annuali al seno.

Via | Skynews

  • shares
  • Mail