Conflitto casa–lavoro: gli effetti che non ti aspettavi

Che impatto può avere la vita lavorativa di un genitore sulla salute dei propri figli? La risposta arriva da un nuovo studio.

Mamma lavora

Quale potrebbe essere l’impatto della vita lavorativa di un genitore sulla salute e il benessere di un figlio? A rispondere a questa domanda è un nuovo studio pubblicato sul Journal of Occupational Health Psychology, secondo cui la salute dei bambini ha meno probabilità di essere influenzata negativamente quando i loro genitori provano un senso di controllo sulla loro vita lavorativa.

Se puoi decidere come svolgere il tuo lavoro, piuttosto che subire qualcosa che viene imposto, è meglio anche per i figli


spiegano infatti i membri della University of Houston, autori dello studio condotto su un campione di genitori e i bambini nigeriani, dal quale è emerso che la sensazione di avere una maggiore autonomia sul posto di lavoro, e di avere una capacità di controllo, è risultata collegata a un minor livello di conflitti lavoro-famiglia e a un miglior stato di salute per i bambini.

Se un genitore ha troppi fattori di stress, vede ridursi la sensazione di autocontrollo

spiegano gli esperti. L'impatto è risultato maggiormente pronunciato quando le richieste di lavoro erano elevate, e l'autonomia era invece molto bassa.

Detto ciò, gli autori sottolineano che le organizzazioni e le aziende possono fare molto per fornire ai dipendenti quel fondamentale senso di controllo. Alcuni sono relativamente semplici, come ad esempio insegnare ai genitori a prendersi alcuni minuti per ricaricarsi prima di passare dal posto di lavoro alla vita genitoriale, o anche praticare della sana mindfulness.

via | ScienceDaily
Foto da iStock

  • shares
  • Mail