Per evitare la depressione, controlla il tuo udito

Per tenere alla larga il rischio di depressione, controllate il vostro udito. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Udito

Il rischio di depressione è spesso piuttosto elevato durante la terza età, ma un nuovo studio rivela che la perdita dell'udito legata all'età potrebbe essere collegata proprio al rischio di sviluppare questa condizione: maggiore è la perdita dell'udito, maggiore sarà il rischio. I risultati suggeriscono inoltre che il trattamento della perdita dell'udito legata all'età (spesso sottovalutato dagli anziani) potrebbe rappresentare un modo efficace per evitare l’insorgenza della depressione tardiva. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista JAMA Otolaryngology-Head & Neck Surgery, ed apre nuovi orizzonti per la prevenzione della depressione negli anziani.

La maggior parte delle persone di età superiore ai 70 anni ha almeno una lieve perdita di udito, ma relativamente poche ricevono una diagnosi, e ancor meno vengono curate in modo adatto.

La perdita dell'udito è facile da diagnosticare e curare, e il trattamento può essere ancora più importante se può aiutare ad alleviare o prevenire la depressione

spiegano gli autori dello studio, i quali hanno preso in esame un campione di 5.239 individui di età superiore ai 50 anni. Ogni partecipante ha ricevuto un test audiometrico ed è stato sottoposto a screening per la depressione. Esaminando i dati i ricercatori hanno scoperto che gli individui con lieve perdita dell'udito avevano quasi il doppio delle probabilità di avere sintomi di depressione clinicamente significativi rispetto a quelli con udito normale. Gli individui con grave perdita dell'udito avevano oltre quattro volte le probabilità di manifestare i sintomi depressivi.

È comprensibile che la perdita dell'udito possa contribuire allo sviluppo dei sintomi depressivi: le persone con problemi di udito hanno difficoltà a comunicare e tendono a diventare più socialmente isolate, e l'isolamento sociale può portare alla depressione.

via | ScienceDaily

Foto da iStock

  • shares
  • Mail