Violenza psicologica: come uscire da una relazione malata

Come uscire da una relazione malata se si è vittime di violenza psicologica?

Violenza psicologica

La violenza psicologica è un problema sottile come una lama, e proprio come una lama, pian piano ferisce nel profondo chi ne è vittima. La violenza psicologica non è mai visibile, neanche agli occhi di chi ne è il principale bersaglio. Già in passato vi abbiamo segnalato alcuni indizi utili che vi aiuteranno a capire se siete effettivamente vittime di questo genere di abuso, ma tra il rendersi conto di vivere una relazione malata, e il fare qualcosa per chiudere questa relazione, il passo è ben più lungo di quanto possiate immaginare.

Avete preso consapevolezza del fatto che il vostro partner esercita su di voi un atteggiamento violento a livello psicologico, al punto tale da aver persino modificato la vostra personalità, le vostre percezioni, le vostre abitudini e le vostre sicurezze? In questo momento starete pensando che è quindi giunto il momento di affrontare il problema, e di interrompere la relazione.

Purtroppo però, in molti casi lo stesso partner non permette che ciò accada, e lo farà mettendo in atto dei “giochi” spesso subdoli, promettendo ad esempio che non si comporterà più in quel modo, o giurando che adesso ha capito davvero, facendovi sentire in colpa o sostenendo che 'da ora in poi le cose saranno migliori' per voi. Se state insieme a questa persona da abbastanza tempo, sapete bene che purtroppo si tratta di parole prive di fondamento.

Ma a questo punto, come fare ad uscire da una relazione fondata sulla violenza psicologica? La prima cosa da fare è quella di parlare con le persone di cui vi fidate, spiegare il vostro problema e chiedere un consiglio. Sarà inoltre importante consultare una psicologa che possa aiutarvi a focalizzare al meglio la situazione in cui vi trovate.

Pian piano prenderete coscienza di ciò che vi è accaduto e che vi sta accadendo, e avrete sempre più strumenti in mano per riuscire a lasciare il partner abusivo. La scelta però sarà solo ed esclusivamente la vostra. Sarete voi a dover essere forti abbastanza per non cedere alle pressioni psicologiche che il vostro partner eserciterà su di voi pur di non farsi lasciare. Oltre a una psicologa, sarà importante avere il sostegno delle persone care, delle amiche e dei familiari, una rete sociale di persone che sono a conoscenza della situazione e che possono darvi il loro aiuto.

Uscire da una relazione malata e abusiva non è semplice, ma è possibile. La cosa più importante è che vi rendiate conto del vostro valore, e di quanto sia importante il vostro benessere.


Foto da iStock

  • shares
  • Mail