Palestra: quanto è importante l’istruttore per migliorare la nostra motivazione?

I commenti degli istruttori in palestra possono migliorare la fiducia in noi stessi? Ecco cosa rivela un nuovo studio.

Palestra istruttore

L'esercizio fisico rappresenta un'arma a doppio taglio per le donne quando si tratta di immagine del corpo, poiché alcuni tipi di esercizio sembrano migliorare la stima del corpo, mentre altri hanno il potenziale per ridurla. In altre parole, da una prospettiva psicologica, non tutti gli approcci di fitness sono uguali.

A rivelarlo è un nuovo studio condotto dai membri della Northwestern University, secondo cui mentre l'esercizio fisico (in questo caso specifico un corso di training di 16 minuti), migliorava l'umore delle donne e la soddisfazione del proprio corpo, le partecipanti si sentivano ancor meglio se l'istruttore faceva commenti motivazionali concentrati sulla forza e sulla salute invece che mirati alla perdita di peso o al cambiare il proprio aspetto.

Le donne che hanno fatto sport con il proprio trainer hanno riportato maggiori emozioni positive e si sono sentite più soddisfatte in merito al proprio corpo se l'istruttore diceva cose come: "Questo esercizio è cruciale per sviluppare la forza nelle gambe; questi sono i muscoli che veramente aiutano a correre, saltare e fare sprint”, e così via.

Gli esperti hanno anche chiesto alle donne di elencare tre parole che descrivessero come si sentivano alla fine della lezione. Coloro che hanno ascoltato commenti incentrati sull'apparenza erano molto più propense a scrivere cose come “vergognata" e "disgustata da me stessa", mentre coloro che avevano ricevuto commenti incentrati sulla salute erano più propense a scrivere parole come “forte”.

Lo studio rappresenta un’ulteriore conferma del fatto che le parole contano davvero.

Se vogliamo che le persone svolgano esercizio fisico, dobbiamo eliminare la vergogna dall'equazione: questo studio indica un passo facile e gratuito che gli istruttori di fitness possono intraprendere per rendere le loro lezioni più sane, più inclusive e più stimolanti.

via | ScienceDaily
Foto da iStock

  • shares
  • Mail