Gravidanza, evitare l’assunzione di riso

Durante la gravidanza non bisogna consumare troppo riso e prodotti a base di riso. Come mai? È allerta del Ministero della sanità belga e il motivo è l’alto contenuto di arsenico inorganico, che potrebbe passare al feto. Ovviamente, la raccomandazione non è solo per le mamme in attesa.

Il Consiglio Supremo della Sanità (CSS) ha raccomandato di moderare l’uso dei prodotti a base di riso anche durante lo svezzamento, perché come è noto le farine di riso o il baby riso sono prodotti molto comuni e molto apprezzati dai bimbi. L’arsenico è un comune metalloidi ed è probabile che abbia effetti significativi sulla salute umana nell’esposizione acuta o cronica.

È un contaminante naturale presente in molti alimenti, come il riso ed è praticamente impossibile evitare l’esposizione alimentare. Detto questo il CSS raccomanda la moderazione al fine di non superare i livelli accettabili di esposizione. Per farlo non bisogna sostituire le fonti di amido (pane, cereali) con cibi solidi fatti solo di riso, per evitare i biscotti di riso come snack regolari o anche non sostituire latte materno o vaccino con bevande di riso.

Puntate dunque su un’alimentazione varia, ricca di frutta e verdura. In linea di massima, l’obiettivo deve essere mangiare un po’ di tutto, senza eccedere.

Via | PrpChannel

  • shares
  • Mail