Quali sono i sintomi dell'appendicite e come comportarsi?

L'appendicite è l'infiammazione dell'appendice, una piccola porzione dell'intestino crasso che ha una forma di verme (il nome scientifico è appendice vermiforme) e che è localizzata nel basso ventre sul lato anteriore destro. Il primo sintomo dell'appendicite è un dolore all'altezza dell'ombelico che riguarda tutta l'area dalla parte superiore dell'addome fino alla zona destra del basso ventre. Il dolore è diffuso e si ha come la sensazione di un taglio.

In seguito alla manifestazione del dolore possono manifestarsi sintomi come perdita di appetito, nausea e vomito, gonfiore della parte dolente, febbre sotto i 39 gradi ed incapacità di espellere i gas. Se non si agisce subito i dolori possono peggiorare, allargandosi fino alla schiena o al retto, portando a minzione dolorosa, vomito che compare appena prima di un attacco di dolore addominale, crampi gravi e costipazione o diarrea con espulsione di gas.

Se non si prendono provvedimenti possono insorgere delle complicazioni. La prima può essere la perforazione dell'appendice che può portare ad un ascesso peri-appendicolare, cioè un accumulo di pus; oppure può comparire la peritonite, l'infiammazione del peritoneo a cui può seguire la diffusione dell'infiammazione in tutta la zona dell'addome e del bacino. Un'altra complicazione grave può essere la sepsi che si ha quando i batteri che hanno causato l'appendicite entrano in circolo nel sangue, viaggiando in altre parti del corpo. Se raggiungono degli organi vitali può portare anche alla morte.

Per questo, appena compaiono i primi sintomi, bisogna recarsi immediatamente in ospedale. Le prime complicazioni, come la perforazione, possono manifestarsi già dopo 3 giorni dalla comparsa dei sintomi, dunque non c'è tempo da perdere. Non esistono cure domestiche o rimedi naturali per guarire dall'appendicite. L'importante è cercare di capire se si tratta di un mal di pancia comune o di qualcosa di più grave. Se però compaiono i sintomi descritti sopra bisogna recarsi subito all'ospedale perché l'unico modo di guarire è l'intervento chirurgico per asportare l'appendice. In seguito all'intervento inoltre si dovranno assumere degli antibiotici per assicurarsi che i batteri non siano ancora presenti nel corpo del paziente.

Via | Medicinenet; Webmd
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail