Carenza di Vitamina D, come riconoscere i sintomi

Carenza di Vitamina D, come riconoscere i sintomi

Vediamo insieme quali sono i sintomi della carenza di Vitamina D e come assumerla in modo naturale.

La carenza di Vitamina D è un problema che accomuna moltissime persone e molte nemmeno sanno di averla. Quando manca la Vitamina D il nostro corpo ci manda dei segnali che però non sono immediatamente riconducibili a questa carenza ma che dovrebbero metterci in allarme. Tra i sintomi da carenza di Vitamina D ci sono sbalzi d’umore, ansia e depressione, caduta dei capelli, dolori articolari e affaticamento muscolare. Quando fate le analisi al sangue, vi consigliamo di controllare periodicamente anche la Vitamina D.

La vitamina D è molto importante e quando viene a mancare il nostro corpo lancia dei segnali ben precisi. Adesso è proprio il momento di fare attenzione, dopo tanti mesi chiusi in casa e un’alimentazione non proprio perfetta, dobbiamo cercare di fare attenzione e controllare il nostro stato di salute. La vitamina D si può assumere con l’alimentazione ma ne facciamo il pieno anche quando ci esponiamo al sole. Il sole attiva la produzione naturale di Vitamina D e ci aiuta a rinforzare il sistema immunitario e le ossa e a combattere la depressione.

Esporsi al sole adesso ha i suoi pro e i suoi contro, perché siamo in piena estate e bisogna essere cauti, prediligere le ore più fresche della giornata e non eccedere. La vitamina D si assimila senza la protezione solare, quindi è meglio esporsi al sole la mattina presto oppure nel tardo pomeriggio.

Anche l’alimentazione può aiutare, vi basterà seguire un regime equilibrato e inserire nella vostra dieta degli alimenti che sono ricchi di Vitamina D. Tra gli alimenti da prediligere c’è il pesce (trota, sogliola, sgombro, salmone, pesce spada, storione, tonno e sardine), le uova e in particolare il tuorlo, i funghi, il latte, il burro; il fegato, i cornflakes e i cereali.

via | vanityfair
foto | pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog