Le origini psicologiche dell'alopecia: lavoro, soldi e sentimenti

Si tratta del risultato di una ricerca esposta in questi giorni a Genova durante il 13° Annual Meeting dell'European Hair Research Society (Ehrs).

La perdita dei capelli trova negli individui di sesso maschile un fattore scatenante nello stress da lavoro o nei problemi economici, mentre le donne sembrano somatizzare lo stress derivato da divorzi, rotture sentimentali in genere, e ansie per i figli. Il periodo più delicato in particolare per il gentil sesso è rappresentato dai sei mesi seguenti il divorzio.

Sia uomini che donne poi devono considerare i riflessi sul fisico del superlavoro: «E’ molto comune che una persona si dedichi a due o più lavori a causa degli stipendi troppo bassi e molto spesso occupa il suo tempo sia di giorno che di notte», hanno dichiarato gli esperti al meeting, provvedendo anche a smentire una serie di luoghi comuni, come il fatto che il casco, i cappelli, i lavaggi troppo frequenti o l'acqua di mare possano danneggiare il cuoio capelluto.

Via | Metro
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail