Dove si trovano i linfonodi del collo e perchè possono essere ingrossati

Linfonodi sul collo

Controllare periodicamente i nostri linfonodi sul collo, così come quelli presenti in altre parti del corpo, come i linfonodi inguinali, tramite l'autopalpazione, è davvero molto importante, anche perché si tratta di un elemento fondamentale per i meccanismi di difesa che il nostro organismo attua. Se sono ingrossati, potrebbero insorgere alcuni problemi.

I linfonodi del collo si trovano nel compartimento anteriore che è delimitato dai due muscoli sternocleidomastoideo e dal muscolo trapezio, in una zona perfettamente circoscritta. In condizioni di normalità non si possono individuare, cosa che accade invece nel caso siano ingrossati. I linfonodi si ingrossano a causa di infezioni in corso.

Quando l'organismo umano, infatti, si trova a fronteggiare un'infezione, i linfonodi si moltiplicano in maniera molto rapida, causando così il classico rigonfiamento. Rigonfiamento che può anche essere causato da vecchie infezioni ormai risolte: quindi il consiglio è quello di non allarmarsi subito.

Ma quali sono i motivi scatenanti? Sappiate che i linfonodi del collo si ingrossano maggiormente quando si è bambini, a causa di problemi delle adenoidi, soprattutto nel periodo invernale: non c'è da allarmarsi, in quanto è normale. Può anche essere che il bambino stia formando il suo sistema di difese immunitarie.

Negli adulti, invece, un rigonfiamento improvviso può indicare l'attacco di batteri e virus in corso, come ad esempio la mononucleosi, oppure un'infezione dei denti. Dei linfonodi ingrossati possono anche indicare un tumore, ma ovviamente saranno le analisi a tranquillizzarvi: non appena notate qualcosa che non va, chiedete consiglio al medico o al pediatra, che saprà consigliarvi il meglio!

Via | Sergioalbanese

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail