Riconoscere i sintomi della meningite fulminante e ricorrere alle cura giuste

Cure mediche

La meningite è una delle malattie che fa più paura, soprattutto nella sua forma fulminante: altro non è che un'infiammazione delle meningi, membrane che avvolgono cervello e midello spirale. E' una malattia infettiva, di origine virale o batterica, anche se la prima è la più comune ed è quella che si risolve in pochi giorni senza conseguenze. La meningite batterica è più rara ma può essere fatale.

Il batterio alla base della meningite fulminante è il meningococco, che si diffonde per le vie respiratorie, canale attraverso avviene la trasmissione della malattia, che può essere contratta nella fase acuta del morbo e nei giorni immediatamente precedenti.

Quali sono i sintomi di questo tipo di meningite? In realtà sono uguali a quelli di altre meningiti di origine batterica. Scopriamo quali sono.


I sintomi comuni a tutti i tipi di meningite sono l'irrigidimento della parte posteriore del collo, il mal di testa, il vomito, la nausea, la febbre altissima, l'alterazione del livello di coscienza e persino le convulsioni.

Come riconoscere se è meningite? I medici dovranno eseguire sul paziente un'analisi sul sangue o su un campione di liquido cerebro spinale, per cervare l'eventuale microorganismo responsabile della malattia, batterio o virus che sia (a volte può anche essere causato da un fungo).

Questa malattia, nella sua versione più grave, è rapida, veloce, molto acuta e violenta e può anche portare alla morte, se non viene trattata immediatamente nel modo giusto. I maggiori fattori di rischio sono la giovanissima e l'anziana età, la promiscuità negli stessi ambienti, l'esposizione al fumo passivo e il vizio del fumo, infezione delle vie respiratorie in corso.

La meningite si cura con terapia antibiotica, sotto stretto monitoraggio da parte dei dottori, che in caso di accertamento di meningite dovranno effettuare analisi anche sulle persone che sono state a stretto contatto con il paziente nei giorni precedenti lo scatenarsi della malattia.

La meninigite può anche essere evitata tramite i vaccini disponibili anche in Italia.

Via | Epicentro

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail