Cosa fare per i piedi gonfi in gravidanza e come stare meglio

piedi gonfi in gravidanza

Avere i piedi gonfi in gravidanza è un problema molto comune. A gonfiarsi, spesso non è solo questa parte del corpo, ma anche le gambe e, a volte, le mani e il viso. Quello con cui la donna incinta si trova ad avere a che fare è, in realtà, un processo del tutto fisiologico: durante la gestazione, infatti, il corpo produce circa il 50% in più di sangue e di liquidi per poter soddisfare anche le necessità del bambino e questo eccesso di fluidi può causare i gonfiori, incluso quello ai piedi e alle caviglie.

Quello con cui si può avere a che fare è una vera e propria ritenzione idrica, accentuata dal caldo durante l'estate, dal passare molto tempo in piedi e da un'alimentazione scorretta, caratterizzata dall'assunzione di molto sodio e poco potassio e, magari, da un consumo troppo elevato di caffeina. Ecco i punti su cui agire per ridurre il gonfiore e stare meglio.


  1. Evitare di stare in piedi troppo a lungo.
  2. Limitare il tempo passato all'aria aperta quando fa troppo caldo.
  3. Quando si è sedute o sdraiate, tenere i piedi sollevati: in questo modo si favorisce il ritorno del sangue e dei liquidi verso il cuore e si contrasta la ritenzione idrica.
  4. Indossare calzature comode, evitando i tacchi alti.
  5. Indossare calze elastiche contenitive, che aiutano la circolazione e, quindi, contrastano il ristagno dei liquidi alla base della ritenzione idrica.
  6. Evitare i capi di abbigliamento che stringono alle caviglie.
  7. Andare in piscina, ricordando che non è per forza necessario fare grandi nuotate.
  8. Fare impacchi freddi.
  9. Bere molta acqua. In questo modo si stimola la circolazione dei fluidi nell'organismo, contrastando, ancora una volta, la ritenzione idrica.
  10. Ridurre il consumo di sale, che contiene sodio. Una buona strategia è quella di evitare di aggiungere troppo sale ai cibi e di evitare i prodotti (come il tonno in scatola) che ne contengono elevate quantità.

Esistono anche dei prodotti specifici, ad esempio degli integratori alimentari, che aiutano a combattere la ritenzione idrica. Attenzione, però: spesso il loro uso durante la gravidanza è sconsigliato. Meglio, quindi, affidarsi alla propria buona volontà nel seguire buone abitudini che aiutano ad affrontare al meglio questo problema.

Via | American Pregnancy Association
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail