Le cause del dolore alla spalla e quando preoccuparsi


Il dolore alla spalla è un disturbo abbastanza comune e si può verificare per molti motivi diversi. È importante cercare di capire che tipo di dolore avvertiamo. Ponetevi delle domande: è costante? È meccanico? Si manifesta dopo uno sforzo o un particolare movimento? Quale zona della spalla colpisce?

Quando avete le risposte andare dal vostro medico o, meglio ancora, da un ortopedico, che probabilmente vi prescriverà degli esami (almeno una lastra e forse una risonanza magnetica). Il dolore potrebbe essere causato da un trauma. Spesso, infatti, è a seguito di una lussazione o di una frattura che si presenta un male costante e anche molto invalidante.

Questo tipo d’incidente è spesso il risultato di una caduta, che può essere accidentale, ma anche dovuta a un infortunio sul lavoro o durante un allenamento sportivo. Per esempio, gli amanti dello snow board devono fare particolare attenzione ai polsi e alle spalle. Il dolore, a volte, è anche il risultato di uno sforzo, come sollevare dei pesi, ma anche praticare un’attività sportiva in modo troppo intenso, condurre la moto per numerosi chilometri senza stop. In questo caso la prima cura è il riposo e poi tanti impacchi di ghiaccio. Potrebbe, infatti, essere intervenuta un’infiammazione, come una tendinite.

Quelle che abbiamo analizzato sono sicuramente situazioni dolorose, che in alcuni casi potrebbero portare all’intervento chirurgico, ma non gravi. Esistono altre cause, che possono destare qualche preoccupazione in più. Il dolore potrebbe essere il risultato dell’artrosi o, peggio, dell’artrite reumatoide, ma anche di neoplasie o il sintomo di un disturbo cardiaco. Fate quindi attenzione soprattutto alla spalla, al seno e al braccio sinistro.

Foto| kodjoworkout.com

  • shares
  • Mail